Domenica, 21 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Fuori i punti, contro il Novara è una gara da ultima spiaggia. Dal campo: Zanandrea a parte

Partita da non sbagliare per i biancorossi domenica al Garilli (ore 17.30), perché la Triestina va a Lecco e l'Albinoleffe nella tana della Pro Patria: è l'occasione per accorciare in classifica prima del "dentro o fuori" a Trieste il prossimo 2 aprile. Oggi test contro la Primavera 3, finisce 10-0

Continua a ritmo spedito la preparazione del Piacenza in vista della cruciale partita contro il Novara di domenica al Garilli (ore 17.30). A parte solo Zanandrea ancora alle prese con i postumi dell'infortunio muscolare patito a Pordenone che difficilmente ci sarà contro i piemontesi.
Tutti gli altri sono a disposizione del tecnico Abbate che continua con grande applicazione la sua opera di ricostruzione tattica e mentale di una squadra che cinque giornate fa era schiava in un tunnel depressivo che sembrava irreversibile. Ora qualcosa di nuovo e di buono si è visto. La cosa molto difficile da coniugare con questi aspetti è il fattore tempo. Ce n'è molto poco, forse troppo poco; e in più il Piacenza non è neppure padrone del proprio destino ma dipende anche dai risultati degli altri. Nonostante ciò sembra un'operazione quasi banale pensare ai risultati della Triestina, o di sperare nella caduta libera di Albinoleffe e Mantova. L'unica cosa che conta è fare la corsa su se stessi senza pensare agli altri, proprio per non avere alibi di sorta.

Abbate ha fatto continue flebo di tattica e di agonismo. La società (la nuova società) ha fatto di tutto e il contrario di tutto, i tifosi hanno dimostrato un senso di appartenenza encomiabile. Ma ora non resta che vincere, solo vincere. Di sicuro la lotta sarà furibonda fino a quando non arriverà la condanna definitiva della matematica. In questo momento è inutile parlare del passato, di quello che si poteva fare e non è stato fatto. È inutile parlare anche del futuro perché il Piacenza non è in possesso dello spartito da cantare. C'è solo il presente da vivere fino alla fine con dedizione e con veleno agonistico.

DAL CAMPO - Dopo tanto tempo torna al giovedì la classica partita contro la Primavera 3. Nel primo tempo Abbate schiera la formazione che dovrebbe essere quella titolare di domenica. In porta Rinaldi, la linea difensiva composta da Accardi, Masetti e Nava. Sugli esterni Munari e Rizza. Giorno play con ai suoi lati Sulic e Gonzi. In attacco la collaudata coppia Cesarini, Morra. A segno Gonzi, Cesarini e doppietta di Morra. Nella ripresa spazio agli altri. Sei i gol di Zunno, Luppi, Palazzolo, Chierico e doppietta di plescia. Risultato finale 10-0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Fuori i punti, contro il Novara è una gara da ultima spiaggia. Dal campo: Zanandrea a parte
SportPiacenza è in caricamento