menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Cattaneo in azione (FotoTrongone)

Cattaneo in azione (FotoTrongone)

Piacenza fuori dalla Coppa Italia. Cattaneo illude i biancorossi, poi esce la Juventus che vince in rimonta

I biancorossi partono forte: sbloccano con Cattaneo, centrano la traversa con Sylla, sfiorano il raddoppio altre due volte, regalano il rigore del pareggio e da lì si spegne la luce. Decide (1-2) una rovesciata di Mota nella ripresa

Mazda cx30 nuova-2Il Piacenza si conferma squadra altalenante nelle prestazioni e con un rosa corta - anzi cortissima - che non garantisce alternative quando si prova a far respirare chi, fino a questo punto, ha tirato la carretta (Corradi, Marotta e Sestu su tutti). Finisce con la Juventus che esulta per aver vinto, con merito e in rimonta, al Garilli staccando il pass per la semifinale di Coppa. Eppure il pomeriggio del Piacenza si era messo decisamente bene, almeno nella prima mezzora, con il gol di Cattaneo e la traversa di Sylla. Gli emiliani davano la sensazione di avere ampiamente in mano la partita ma tutto cambia poco prima del riposo: Cattaneo s’inventa un retropassaggio killer innescando la ripartenza della Juve che porta al rigore di Della Latta. Rafia dal dischetto non sbaglia, té caldo, inizia la ripresa e Mota in rovesciata mette la freccia.
Da qui in poi il Piacenza non è più in grado di ritrovarsi, Giandonato abbassa un ritmo già di suo non elevato, Nicco esce dalla partita (e a dir la verità fatica anche ad entrarci), Cattaneo tende a sparire.

Il risultato è una mediana completamente impalpabile davanti a quella bianconera, gli esterni a questo punto si schiacciano sulla difesa e la coppia Paponi-Sylla rimane là davanti nel nulla più assoluto per oltre 40’, fino all’assalto finale che non porta a granché. Positiva nel complesso la prova del piacentino Nicolò Fagioli, talento della Juve made in biancorosso, partito al rallentatore è decisamente cresciuto col passare dei minuti.
Da capire se questa sarà l’ultima partita del Piacenza nel 2019 o se lo sciopero annunciato per domenica (in programma c’è la gara contro l’Arzignano) rientrerà.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento