menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Franzini

Arnaldo Franzini

Piacenza - Franzini: «Se davanti sbagli così tanto è giusto perdere». Pagelle: male l'attacco

Il tecnico: «Il fatto è che ci manca sempre qualcosa sul piano della convinzione e della cattiveria». Romero: «Le prestazioni non mancano, ma purtroppo mancano i gol di noi attaccanti». Viali: «Contavano solo i tre punti»

DAL NOSTRO INVIATO A CUNEO - C’è tensione, sia in campo che fuori. Al Piacenza cominciano a saltare i nervi dopo la sconfitta di Cuneo. E perfino Franzini, l’uomo della promozione dei record, del campionato sorprendente al primo anno in Lega Pro, sembra essere finito in sabbie mobili dalle quali è molto difficile uscire. «Nel primo tempo è stata una partita equilibrata», attacca il tecnico, rabbuiato al termine della gara, «nella ripresa abbiamo subito gol, ma abbiamo sbagliato veramente l’impossibile sotto porta. Se poi si prendono gol evitabili quasi ogni domenica diventa difficile fare più di così. Oggi ci sono capitate due, tre occasioni clamorose davanti al portiere. Se tu le sprechi, è giusto perdere».

E allora di quale malattia soffre questo Piacenza? «Il fatto è che ci manca sempre qualcosa sul piano della convinzione e della cattiveria. Questo accade sia in fase difensiva quando prendiamo gol su rimpalli su cui arrivano sempre prima gli avversari, sia sotto porta quando falliamo occasioni clamorose. Questo ci manca, perché la squadra la partita l’ha fatta». Questo Piacenza deve stare attento ora alla zona playout? «I numeri adesso ci dicono questo, la classifica ce l’abbiamo davanti».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento