menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza della squadra sotto al settore dei tifosi biancorossi, circa 150 di mercoledì sera a Vercelli

L'esultanza della squadra sotto al settore dei tifosi biancorossi, circa 150 di mercoledì sera a Vercelli

Piacenza - Franzini: «Primo tempo? Colpa mia, ma ci serva da lezione». Pagelle: Romero da sballo

Il tecnico: «Mi assumo le colpe ma non ho rimpianti sulle scelte fatte, ci serva da lezione. Nei primi 45' ci siamo squagliati e non avevo mai avuto segnali di questo tipo». La riscossa arriva dalla panchina con Sylla, Romero, Marotta, Della Latta e Di Molfetta

Pergreffi 5.5: la serata storta di Silva lo manda letteralmente in tilt nei primi 45’, il Gozzano in area fa paura e si fa scappare Messias (assist) in occasione della seconda rete. Nella ripresa migliora e da quelle parti il Gozzano non passa più.

Silva 4: si perde Rolando quando firma il raddoppio, causa il rigore che avrebbe steso un toro. Più in generale si vede che non è in condizione, per quasi un mese ha avuto un problema al polpaccio e non è pronto per partire dal 1’. Dal 1’ st Della Latta 6.5: dove lo metti sta e fa. Questa volta entra e fa il centrale nella difesa a quattro, affidabile come una macchina tedesca.

Barlocco 6-: la sensazione è che patisca il down di tutta la squadra e c’è la sua complicità in area quando Rolando firma il raddoppio. Spinge poco e va in difficoltà se attaccato. Migliora nella ripresa.

Porcari 5: parte bene, chiude e cuce, ma si spegne presto e il Gozzano cresce proprio lì a centrocampo. Esce nel momento peggiore, si presume per un problema fisico. Non era la sua partita. Dal 33’ pt Marotta 6.5: quanto lavoro oscuro e prezioso. Una regia mai sopra le righe tuttavia da quando entra il Piacenza pian piano svolta nelle geometrie e nella costruzione.

Corradi 5.5: male nel primo tempo, si vede solo una volta in 45’ con una bella occasione che sciupa malamente. Nel secondo tempo si mette lì, pressa e corre, però fatica sempre a dare la qualità alla manovra. Dal 27’ Sylla 7: ci mette circa 5 secondi a segnare e la sua rete accende la vera rimonta del Piacenza perché dà speranza. Fa paura alla difesa avversaria.

Nicco 6.5: partita di grande temperamento e corsa. Se ci fermiamo al primo tempo sarebbe insufficiente, come tutti del resto, nei secondi 45’ diventa prezioso perché si trasforma in tuttocampista capace di alternare le due fasi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento