menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Franzini-64

Arnaldo Franzini-64

Piacenza - Franzini: «Ora stiamo calmi». Pagelle

Ora non lo si può più sussurrare, ma è giusto urlarlo ad alta voce come fanno i tifosi biancorossi, al termine della partita, cantando a squarciagola «la capolista se ne va». Il Piacenza centra la quinta vittoria...





Ora non lo si può più sussurrare, ma è giusto urlarlo ad alta voce come fanno i tifosi biancorossi, al termine della partita, cantando a squarciagola «la capolista se ne va». Il Piacenza centra la quinta vittoria consecutiva, sfrutta al meglio lo stop pomeridiano del Lecco a Inveruno (sconfitto 4-2) e si porta a 10 lunghezze di vantaggio sulla formazione allenata da De Paola. Più di così si muore.
«E' vero - spiega Franzini nel post partita - a essere sinceri in estate non avrei mai detto di trovarmi a metà novembre con dieci punti di vantaggio sulla seconda, ora dobbiamo tutti quanti fare come i miei ragazzi: chinare la testa e lavorare. Oggi, dopo la sconfitta del Lecco, c'era il rischio di un rilassamento generale e invece siamo stati bravissimi per tre motivi. Primo: non abbiamo mollato un attimo. Secondo: sono felicissimo quando siamo così pazienti nel cercare il gol e non ci scomponiamo nel momento in cui lo subiamo. Terzo: panchina e giocatori del Mapellobonate ci hanno provocato per tutta la partita, si faceva onestamente fatica a stare calmi, ma alla fine non siamo caduti nel loro tranello».
Taugourdeau potrebbe farcela a rientrare per domenica contro la Pro Sesto, per Porcino invece l'infortunio è meno grave del previsto, si parla di due settimane di stop. «Chiaro che cambiando due giocatori su tre il centrocampo ne risenta - chiude - ma non per la qualità, piuttosto per l'impostazione. Sono giocatori diversi tra di loro, tuttavia è solo questione di lavorarci su
Giacomo Spotti

Le pagelle di Giacomo Spotti

Boccanera 5.5: è indeciso sul colpo di testa di Bettoni che però non può staccare così liberamente su calcio piazzato. La difesa ha la sua colpa, lui si tuffa in ritardo.

Di Cecco 6: forse le ultime due prestazioni monstre contro Pontisola e Fiorenzuola gli hanno dato troppa fiducia e quindi finisce con lo strafare quando basterebbe una giocata più semplice. Nel complesso prestazione ampiamente sufficiente, peccato per il gol mancato nel finale.

Sentinelli 7.5: statuario in difesa, e qui finisce la prima pagella. La seconda racconta di un difensore centrale che si trasforma in attaccante, toglie le castagne dal fuoco con due reti di rapina e ritorna pesantemente in ballottaggio con Ruffini. Dolci scelte per Franzini.

Silva 6.5: gioca con un'intelligenza e una maturità incredibile ogni singolo pallone, ogni singola azione o anticipo che sia. Giocatore che vale almeno una categoria più di questa.

Contini 6.5: ottima partita, intraprendente e senza paura dell'avversario. Sicuramente è aiutato dalla forza complessiva della squadra ma le qualità ci sono, ora sta a lui crescere e lanciarsi.

Saber 7: prova sufficiente e generosa, costretto a fare il vice Porcino deve limitare le incursioni nella trequarti avversari. Poi c'è il gol, splendido nella sua incoscienza, da 25 metri di controbalzo e solo questa giocata vale un punto in più.

Cazzamalli 6.5: ha qualità diverse da Taugourdeau e questo l'abbiamo già detto. Quindi fa valere un tipo di gioco diverso, sempre redditizio per i suoi compagni, meno per lui abituato a gettarsi come un guastatore nell'area avversaria: quando ci riesce ne scaturisce il raddoppio di Sentinelli.

Minincleri 6.5: si vede che è fuori posizione, può giocare in un centrocampo a tre solo grazie alla sua qualità e infatti prima innesca Stefano Franchi, poi prende le misure mandando in gol Sentinelli. Ci mette lo zampino anche sulla seconda rete.

Matteassi 6: dà tutto nel primo tempo quando si sbatte per coprire in fase di non possesso. Recapita a centro area palloni interessanti su cui i compagni sono in ritardo. Dal 30' st Ruffini sv.

Marzeglia 6: mai pericoloso perché mai innescato dai compagni di reparto. Gestisce al meglio le poche palle che gli arrivano e fa la voce grossa sul gioco aereo. E' comunque prezioso nella manovra. Dal 15' st Luca Franchi 6: un paio di spunti interessanti, la strada del gol in campionato però è ancora lontana.

Stefano Franchi 5.5: è in flessione e si vede, cerca un paio di volte lo scambio con Minincleri ma sull'unica palla buona calcia centrale, per il resto è poco efficace nei suoi fondamentali più importanti, dribbling e velocità. Dal 26' st Galuppini 6: ha una sola opportunità e la sfrutta benissimo facendosi 30 metri di campo palla al piede servendo un cioccolatino che Di Cecco non scarta.


Franzini 7: senza Taugourdeau e Porcino fa i cambi più ovvi senza stravolgere l'assetto della squadra con Minincleri e Cazzamalli. Quando nota i problemi schiera il centrocampo in linea a quattro e la squadra migliora. Bravo a tenere sul pezzo i suoi giocatori dopo la sconfitta del Lecco e fortunato perché, nel momento peggiore della partita, trova la doppietta di un difensore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento