menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Franzini (foto Trongone)

Arnaldo Franzini (foto Trongone)

Piacenza - Franzini fa 200: «Mi aspetto un Cesena con più equilibrio. Noi dobbiamo tornare a vincere»

Il tecnico, che festeggia le 200 panchine in biancorosso, analizza il match in programma domenica al Garilli (ore 17.30) contro l'amico Viali. Non si prevedono grossi cambiamenti, a centrocampo ballottaggio tra Cattaneo e Nicco per il posto di Corradi

IMazda cx30 nuova-2nvertire la rotta e tornare a mettere le mani su quella vittoria che il Piacenza non ha ancora visto da quando è ripreso il campionato. Serve l’intero bottino in palio per scacciare alcune tensioni e il rischio di essere risucchiati nella zona bassa dei playoff, il Piacenza a gennaio si è messo in tasca tre pareggi (e una sconfitta) nelle ultime 4 gare quindi deve necessariamente tornare a correre.
Domenica al Garilli (ore 17.30) arriva un Cesena che non sta bene ed è in cerca di rilancio, i romagnoli hanno cambiato guida tecnica affidando la panchina a William Viali, che da queste parti è molto conosciuto per aver allenato Fiorenzuola, Piacenza e anche Pro Piacenza.
Le brutte notizie arrivano ancora dal campo: Corradi si è lussato la spalla domenica a Fermo e ne avrà per un paio di mesi, le soluzioni a centrocampo sono ridotte all’osso, al suo posto è favorito Cattaneo che nell’ultimo turno è andato a segno e appare in netta ripresa, per il resto non dovrebbero esserci grossi cambiamenti a parte Pergreffi e Della Latta che rientrano dopo aver scontato il turno di squalifica.
Contro il Cesena sarà l’occasione per giocare con le maglie celebrative realizzate da Macron e messe all'asta per Progetto Vita, mentre Franzini festeggerà le 200 panchine in biancorosso: terzo di tutti i tempi dietro a Titta Rota (212) e Gigi Cagni (307).

CALCIOMERCATO
Franzini non ama parlarne. «Le voci e le sollecitazioni dei procuratori hanno senza dubbio disturbato il lavoro quotidiano in particolare nell’ultimo periodo, ritengo che sia sia troppo lungo, lo pensano gli allenatori, i direttori sportivi e le società ma poi nessuno fa mai una proposta per accorciarlo. Se sono contento? La società ha fatto quello che aveva detto cioè coprire le partenze». Il forfait di Corradi riduce le mosse tattiche e toglie al Piacenza l’unico uomo capace di dare imprevedibilità alla manovra. «Sicuramente è un infortunio che non ci voleva, tra l’altro traumatico e quindi non possiamo farci nulle mentre su quelli muscolari siamo stati bravi e fortunati. Ritengo che la rosa abbia le capacità di sopperire a questo stop, Cattaneo è un giocatore importante ma abbiamo anche Nicco».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento