Piacenza Calcio

Piacenza - Franzini: «Gran prova, bene così». Corradi: «Noi ci crediamo ancora». Pagelle

Il tecnico: «La Juventus ha trovato il gol sull'unica azione della partita, per il resto faccio i complimenti ai miei ragazzi». E poi: «L'esultanza verso la Tribuna? Non sono di ghiaccio, dopo un po' mando anche io a quel paese qualcuno»

«Non sono fatto di ghiaccio, ogni tanto mando anche io qualcuno a quel paese». Così Arnaldo Franzini commenta la sua esultanza dopo il gol di Corradi, rivolta alla Tribuna e allo stuolo di spettatori - perenni indecisi tra i tre punti e il bel gioco - che a un certo punto della ripresa, caso strano nell’unico momento di difficoltà, urlavano al tecnico di cambiare alcuni giocatori. Tra questi anche il presidente onorario Stefano Gatti («fa parte del gioco, io sono fatto così ma poi negli spogliatoi Franzini è il primo che abbraccio»). Insomma caso archiviato, per il resto sono sorrisi.

«Questa partita era un crocevia per noi - commenta il tecnico - perché domenica abbiamo la sosta forzata non giocando contro il Pro. Stare due settimane senza vincere sarebbe stato complicato da gestire mentalmente e poi avremo la possibilità di recuperare tutti gli infortunati per lanciarci nel rush finale». Gli infortunati, già, guardando la distinta spiccano i soli 6 giocatori in panchina tra cui 2 portieri. «Voglio fare i complimenti ai ragazzi, in particolare a Bachini che ha giocato una gran partita dopo che era fermo praticamente da 8 mesi mentre Corsinelli è sceso in campo con la spalla fasciata perché gli era uscita nella gara con l’Entella».
E la Juventus? «Gli abbiamo concesso una sola palla gol, su cui hanno trovato una rete pazzesca, per il resto abbiamo rischiato zero e creato almeno sei o sette occasioni e centrato due pali». Piacenza che è sembrato brillante col 3-5-2. «Abbiamo pagato una flessione tra gennaio e febbraio a causa della preparazione, ora stiamo bene fisicamente e siamo in crescita, si vede dai finali di partita. Il 3-5-2 ci dà al momento più compattezza e maggiori garanzie. Il campo? Alcuni sono più belli del nostro, altri peggio, tuttavia si può giocare palla a terra e l’abbiamo dimostrato».

Considerazione quest’ultima che arriva dopo la stoccata di Zironelli, tecnico della Juventus U23. «Non voglio usarla come scusa e non intendo offendere nessuno perché qui siamo ospiti, sinceramente quello del Garilli è il campo più brutto che abbia mai visto. Ti impedisce veramente di giocare, non mi era mai capitata una cosa del genere. Detto questo - prosegue - oggi abbiamo meritato la sconfitta, troppi errori tecnici in fase soprattutto difensiva ci hanno condannato. Spiace solo aver preso il gol del 2-1 nel nostro momento migliore».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Franzini: «Gran prova, bene così». Corradi: «Noi ci crediamo ancora». Pagelle

SportPiacenza è in caricamento