Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Franzini: «Giana Erminio cliente sempre scomodo, ma anche noi siamo solidi»

Biancorossi al Garilli sabato sera (ore 20.30). Il tecnico potrebbe riproporre il 3-5-2 visto a Pisa. Taugourdeau ancora fermo ai box

Inizia sabato sera dal Garilli (ore 20.30) lo sprint del Piacenza verso la griglia playoff: in Emilia arriva la bestia nera Giana Erminio, dopodiché complicatissima trasferta a Carrara giovedì prossimo e martedì 3 aprile recupero di campionato a Viterbo. Tre sfide che diranno molto sul futuro del Piacenza, chiamato ad affrontare, nelle otto gare che rimangono al termine della stagione regolare, sei selle prime sette in classifica. Un percorso difficile a cui la squadra di Franzini arriva con alcune incertezze, legate alle condizioni fisiche di Taugourdeau (assente sabato) e alle difficoltà di gioco, e altrettante robuste certezze: nel 2018 i biancorossi non brilleranno ma stanno viaggiano con una media di 2 punti a partita, non subiscono reti da tre gare e hanno trovato una doppia fisionomia tattica passando dal 3-5-2 quando serve proteggersi, al 4-3-3 quando bisogna attaccare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

FRANZINI
«Non saprei dire se Cesere Albè è la mia bestia nera - dice ridendo Franzini alla vigilia della gara -, sicuramente lo è da quando sono al Piacenza, prima invece ero io la sua bestia nera. Scherzi a parte, la Giana Erminio rende la vita difficile a tutti perché possiede un gioco che tende a metterti in difficoltà. Escludendo la gara dell’andata, che non fa testo perché decisa da diversi episodi singoli, la Giana è una squadra offensiva, che rischia ma gioca bene, con giocatori votati all’attacco e per questo motivo spesso manda in difficoltà gli avversari». L’altra faccia della medaglia, però, è che il Piacenza di quest’anno paradossalmente si trova meglio con avversari di questo genere piuttosto che dover gestire una partita intera come contro il Prato. «E’ vero, possiamo dire che le caratteristiche nostre si sposano meglio in gare con squadre come la Giana Erminio; generalmente in queste occasioni abbiamo sempre fatto bene, ma è altrettanto corretto dire che ogni partita ha una sua storia».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento