Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Franzini: «E' una botta davvero dura da digerire. Ora resettiamo in vista dei playoff». Pagelle

Il tecnico: «Nel primo tempo abbiamo controllato la gara e ci è stato annullata una rete validissima. Il Siena? Mi aspettavo battaglia ma non è stato bello sfotterci a fine partita». Il centrocampo si squaglia nella ripresa, solo Corradi accende la luce

Cosa dire. Il Piacenza arriva spompo all’ultima pedalata, la più importante, paga a carissimo prezzo i 4 punti lasciati giù con l’Albissola, i due mesi vissuti in apnea con una rimonta incredibile, se vogliamo paga anche colpe non sue: ai biancorossi sono stati tolti i 3 punti della gara col Pro Piacenza (radiato), partita che l’Entella non ha mai giocato.
Paga anche un gol annullato a Nicco che appare validissimo nel primo tempo, il cambio di Porcari che ha sballato tutto il centrocampo. La reazione c’è stata dopo il vantaggio del Siena: paratona di Contini su Ferrari e poi traversa-riga sempre sull’incornata dell’argentino. Poi il buio.
La verità è che occorre sbollire e guardare comunque il bicchiere mezzo pieno: il Piacenza proverà l’assalto alla B attraverso i playoff e la strada qui è davvero in discesa. I biancorossi sono qualificati direttamente ai quarti di finale dove avranno un doppio vantaggio: gara di ritorno in casa e due risultati su tre a disposizione per passare il turno. Col doppio pareggio si va in semifinale che equivale alla finale: chi vince i 180’ (a sorteggio andata e ritorno) va in B. Altro giro, altra occasione.

«Tutto vero - dice un Franzini visibilmente provato - ma la botta ora è dura, davvero molto dura. Fossimo arrivati secondi in un altro modo ci sarebbe da essere contenti, così è difficile da digerire. Ora dobbiamo sbollire qualche giorno, dovremo essere bravissimi a resettare il tutto. La partita l’abbiamo controllata nel primo tempo e la rete di Nicco mi dicono fosse chiaramente valida, tuttavia ci è stata annullata. Nella ripresa c’è stata la reazione dopo il loro gol con due occasioni clamorose, poi il raddoppio del Siena ci ha ammazzato. In quel momento la partita è finita, ho cercato di rimetterla sui binari ma la condizione di alcuni giocatori, il grande dispendio di energie degli ultimi due mesi e la botta morale ci hanno bloccato. Chiaro che ci siamo concentrati sulla partita di Chiavari ma non ci ho mai fatto affidamento, dovevamo contare solo sulle nostre forze. Il Siena? Certo che mi aspettavo questa partita ma con una differenza: noi l’anno scorso qui abbiamo vinto con rispetto per gli avversari, oggi il Siena ci ha battuto e poi ci hanno anche sfottuto al termine della gara. Ecco questo non me l’aspettavo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spadafora: «Abolito il vincolo sportivo per giovanili e dilettanti». Sibilia: «Si minaccia l'esistenza del calcio»

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Piacenza - Per Simonetti, Pedone, Galazzi e Ghisleni è una partita da dimenticare. Le pagelle

  • Piacenza, così si fa davvero dura: altro pomeriggio bruttissimo. La Giana Erminio vince 2-0

Torna su
SportPiacenza è in caricamento