Domenica, 14 Luglio 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Il dg Fiorani: «Chiedo scusa ai tifosi, ma l'ingorgo burocratico non ci permette di presentare i giocatori»

In mattinata il club ha presentato regolare domanda di iscrizione in Serie D e, contemporaneamente, la domanda ufficiale di ripescaggio che prevede una fideiussione extra da 650mila euro e un contributo a fondo perduto da 300mila euro.

“Sempre e per sempre Piace dalla stessa parte mi troverai”. S’ispira a un capolavoro scritto e cantato da Francesco De Gregori la nuova campagna abbonamenti del Piacenza per la stagione 2023/2024 in Serie D (i prezzi rimaranno invariato anche in caso di ripescaggio in C, leggi qui) e per l’occasione è proprio il direttore generale Francesco Fiorani, affiancato dalla responsabile marketing Viola Doddi, a fare il punto della situazione.
«Innanzitutto chiedo scusa ai tifosi perché, per motivi burocratici, non abbiamo ancora potuto presentare la squadra e i giocatori ma oggi siamo qui a chiedergli di rinnovare l’abbonamento. Chiedo scusa per questo e chiedo un atto di fede, di fiducia».
E lo stesso Fiorani poi spiega anche i motivi di questo ingorgo burocratico per cui il Piacenza non può presentare i giocatori. «E’ stato spiegato sui giornali nei giorni scorsi e confermo che la situazione è quella. Detta in parole semplici: con la riforma del calcio entrata in vigore il primo luglio sono cambiate alcune regole. Una di questa ci impone di diventare “Società Dilettantistica” per poter tesserare i giocatori in Serie D, allo stesso tempo, però, per chiedere il ripescaggio in Serie C dobbiamo essere una Srl professionistica. A questo punto abbiamo deciso di aspettare perché diventare oggi un società dilettantistica ci precluderebbe la possibilità di essere eventualmente ripescati in C. Tutto questo ha come riflesso l’impossibilità di depositare i contratti ufficiali dei giocatori e questo, molto semplicemente, è il motivo per cui non possiamo ufficializzarli».

Il nuovo direttore generale (in realtà ricopre la carica da dicembre) fa anche il punto proprio sui ripescaggi. «Il nostro segretario generale Peano in queste ore si trova a Roma per depositare regolarmente la domanda di iscrizione in Serie D perché in questa direzione ci stiamo ormai muovendo. Al tempo stesso però abbiamo anche presentato regolare domanda di ripescaggio in C consegnando una fideiussione da 650mila euro e i 300mila a fondo perduto che servono per essere eventualmente ripescati. E’ un atto dovuto per non lasciare nulla al caso tuttavia, ripeto, la direzione delle nostre mosse ora sono tutte verso la D. Tempistiche? Non chiedetemele perché non le sappiamo di preciso nemmeno noi. Speriamo di chiudere questi discorsi ad agosto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Il dg Fiorani: «Chiedo scusa ai tifosi, ma l'ingorgo burocratico non ci permette di presentare i giocatori»
SportPiacenza è in caricamento