rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza sconfitto 0-2 dalla FeralpiSalò. Ai playoff l'avversaria sarà la Juve. Follia di Cesarini

Biancorossi stesi dalle reti di Miracoli e Corrado, ma a incidere sulla gara è il colpo probito del fantasita a un avversario che gli costa l'espulsione. Essendo capitano (e recidivo) prenderà minimo due giornate e non ci sarà per la prima gara dei playoff.

Il pomeriggio inizia presto, ben prima del fischio d’inizio. Piacenza-Feralpisalò non è una gara come le altre. E’ la partita in cui i tifosi omaggiano lo storico capo della curva, Davide Reboli, scomparso giovedì. Corteo tutti insieme per entrare allo stadio - il club ha messo a disposizione migliaia di biglietti gratuiti per facilitare l’ingresso. La squadra fa riscaldamento con una maglietta celebrativa, infine il toccante saluto nel quarto d’ora che precede la partita.

Si respira un clima strano, senz’altro coinvolgente ma anche malinconico. Davide era conosciuto da tutti, uno dei volti più noti della città e nel panorama ultras dello Stivale. Appena prima dell’inizio il piacentino Simone Guerra, attaccante della formazione lombarda, deposita un mazzo di fiori sotto la curva. 
Sul campo ne esce però una sconfitta condizionata dall’ennesimo colpo di testa di Cesarini che si fa cacciare (è la terza volta in stagione) per un colpo proibito a Bacchetti in piena area: espulsione e salterà senz’altro la prima gara dei playoff (l’avversaria sarà la Juventus da capire se in casa o in trasferta qui dipenderà dagli ultimi 90'), essendo il capitano le giornate di squalifica saranno minimo due.

30d70863-c897-437f-a136-ec73a8ea4c3a

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza sconfitto 0-2 dalla FeralpiSalò. Ai playoff l'avversaria sarà la Juve. Follia di Cesarini

SportPiacenza è in caricamento