Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - El Kaouakibi studia da esterno e per il diploma: «Sono i miei obiettivi della stagione»

L'intuizione di Franzini è quella di impiegare il giocatore come quinto di centrocampo: «Ci devo lavorare ma è un ruolo che mi piace perché posso correre». Sul diploma: «Studio Ragioneria, ci tengo molto a farcela»

Hamza El Kaouakibi (foto Trongone)

Nuova Asx Tagliaferri-4Il bolide da 90 chilometri orari di Della Latta ha regalato al Piacenza una meritatissima vittoria domenica scorsa nello scontro diretto con il Vicenza, biancorossi che si confermano specialisti di queste partite - a differenza dello scorso anno quando, invece, c’erano più difficoltà in questo tipo di gare - mentre Franzini ha schierato la settima formazione diversa nelle ultime 9 uscite. Tra gli esordienti dall’inizio c’è Hamza El Kaouakibi, marocchino col doppio passaporto, classe 1998, arrivato in prestito dal Bologna dopo una stagione intera giocata nella Pistoiese.
Tutto casa e allenamenti, il giovane nato nel bolognese a Bentivoglio, arriva in difesa dopo un lungo percorso che l’ha visto agli esordi addirittura come attaccante, poi trequartista, esterno e infine difensore. «Sì è vero da piccolo giocavo in attacco - ci spiega - poi col passare degli anni sono arretrato fino alla difesa».
Non c’è solo il calcio però nella vita di Hamza, c’è anche lo studio, un paio d’anni fa tra infortuni ed esordio nei professionisti ha dovuto accantonare il percorso per il diploma in ragioneria ma promette: «E’ uno dei miei obiettivi di questa annata».

Torniamo all’esordio contro il Vicenza?
«Sono felice, inutile nascondere che un giocatore è sempre contento quando ha la possibilità di partire dall’inizio in una gara tra l’altro così importante, contro una diretta rivale. Ho cercato di dare il massimo, così come quando vengo chiamato in causa a partita in corso. L’importante è farsi trovare pronto».

Fisicamente è a posto?
«Come sapete a inizio stagione, appena arrivato, ho patito quasi subito una distorsione ai legamenti della caviglia. Nulla di grave però mi ha rallentato nel mese in cui bisogna crescere. Ho lavorato duramente e ora sto bene».

Come vive la concorrenza nel reparto?
«La concorrenza fa bene e soprattutto fa parte del gioco quando arrivi in una squadra come il Piacenza, che punta in alto e a vincere».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano super, stop Castellana. Impresa Sannazzarese

  • Seconda Categoria - Delirio a Caorso: il pubblico entra in campo e scoppia la rissa con i giocatori

  • Piacenza-Gubbio 1-0: Paponi-gol e i biancorossi tornano alla vittoria

  • Piacenza - Matteassi: «Successo meritato». Le pagelle: Paponi è un cecchino, Corradi ispira

  • La Gas Sales all'ultimo respiro: 3-2 a Vibo

  • Piacenza - Marco Scianò: «Ricompattiamo l'ambiente, solo così si possono ottenere dei risultati»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento