Sabato, 18 Settembre 2021
Piacenza Calcio

Piacenza - Ecco Edgaras Dubickas. «Credo in questo storico club, darò il massimo per voi»

L'attaccante lituano arriva a titolo definitivo, ha stregato il ds Scianò che lo ha voluto fin dal primo giorno di mercato. «Non prometto nulla, non so quanti gol riuscirò a fare, però farò del mio meglio. Il ruolo? Amo giocare da seconda punta»

datei_s-6Il viso è simpaticamente sorridente, sempre. Il bello arriva dopo la conferenza stampa, tra un’intervista video e l’altra a Edgaras Dubickas si drizzano le antenne quando sente parlare di basket. D’altronde è lituano. Lo segui vero? - domandiamo. Per tutta risposta riceviamo un sorrisone come a dire «che domanda mi fate? ovvio che lo seguo». Lì è sport nazionale, tre bronzi alle Olimpiadi.
Poco prima, nella pancia del Garilli, si era seduto al fianco del presidente Roberto Pighi che lo accoglie con un «non ti avevo ancora conosciuto, mi aspetto dei gol». Lui sorride, ancora. Non promette nulla, ma poi dirà «voglio dare il massimo per voi».
Edgaras Dubickas è nato a Marijampolé, media cittadina lituana di 50mila anime, è un classe 1998 ed è arrivato in Italia per la prima volta a 15 anni. «A Vercelli, quella fu la mia prima esperienza italiana» e infatti parla discretamente la nostra lingua.
«Prima di tutto sono contento di essere qui a Piacenza, è vero che la società ha creduto in me tanto prendermi a titolo definitivo, è altrettanto vero, però, che io credo molto in questa piazza. Piacenza è un nome blasonato nel calcio, con una grande storia che va onorata sempre, a ogni partita».
Sul ruolo non ci sono molto dubbi «senz’altro la posizione che preferisco è quella come seconda punta» e non fa promesse. «Non so quanti gol riuscirò a fare, cercherò di dare il massimo. Chiaramente ci aspetta un campionato difficile, in Serie C può sempre succedere di tutto perché è lunga, tosta e dura». In Lituania? «Il calcio non è ovviamente ai livelli italiani ma credo sia un bel mercato a cui guardare, ci sono tanti giovani talenti. Chiaramente qui è un’altra cosa, io sono andato in prova a Vercelli quando avevo 15 anni e ho imparato davvero tanto in questi anni. Il Piacenza è una squadra che ho affrontato a febbraio in campionato, mi aveva dato l’impressione di essere una formazione solida ma ogni stagione è una storia nuova».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Ecco Edgaras Dubickas. «Credo in questo storico club, darò il massimo per voi»

SportPiacenza è in caricamento