menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il ds-dg Marco Scianò, Cristiano Scazzola e il presidente Roberto Pighi (foto Trongone)

Il ds-dg Marco Scianò, Cristiano Scazzola e il presidente Roberto Pighi (foto Trongone)

Piacenza - Ecco Cristiano Scazzola. «C'è poco tempo, abbiamo 18 finali e dobbiamo badare al sodo»

Il primo regalo al tecnico è il regista bosniaco Cazim Sulijc. «L'umore della squadra chiaramente non è al massimo, davanti abbiamo dieci giorni con tre partite e dobbiamo iniziare a fare punti. In C non basta "giocare"». Avanti col 3-5-2

Sorriso tiratissimo, tipico di chi è consapevole di doversi confrontare con una situazione non drammatica ma senz’altro difficile. Breve discorso alla squadra e poi via col primo allenamento, alle 18 la presentazione.
E’ iniziata così l’era di Cristiano Scazzola al timone del Piacenza - il primo regalo è l’arrivo di un suo fedelissimo dall’Alessandria, Cazim Suljic, regista bosniaco - tecnico voluto fortemente da Scianò (tanto da sopravanzare le idee di Di Battista che, infatti, è stato esonerato) per dare un deciso cambio di rotta ai risultati.
«Fatemi ringraziare Manzo - sono le prime parole di Scazzola - non è mai bello quando un collega viene esonerato, purtroppo fa parte di questo mestiere. Sinceramente non ho avuto molto tempo per pensare, lunedì ho ricevuto la telefonata e nel giro di poche ore ho accettato. Arrivo in una situazione precaria, sono d’accordo nel non definirla drammatica, tuttavia è un momento difficile. Oggi è stato solo il primo allenamento e chiaramente l’umore non era il massimo, questo è vero. Da domani lavoreremo duramente perché il tempo non ci aiuta, ci sono tre partite in 10 giorni e dobbiamo iniziare a badare al sodo».

UFFICIALE L'ARRIVO DEL REGISTA SULJIC, LEGGI QUI

Di poche parole ma precise. «E’ un orgoglio per me essere qui e poter dire di essere l’allenatore di una piazza così blasonata con una tifoseria importante. Inoltre questa società è seria e solida, la strada tracciata è quella che in futuro quasi tutti dovranno seguire in Serie C, l’importante è avere idee chiare e qui ci sono».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento