Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Due occasioni sprecate per la B ma l'annata rimane positiva. Il punto

Il difensore Davide Bertoncini ha riportato una frattura scomposta alla mandibola e un taglio al labbro. La TAC ha escluso guai peggiori, nelle prossime ore è previsto un consulto medico. La dirigenza vuole ripartire da Franzini

Tagliaferri auto copia-2Piangiamo ancora e, per la seconda volta in poco più di un mese, ci si ritrova a rielaborare il lutto. Non andremo in serie B (anche se, di questi tempi, non si sa mai). Difficile da mandare giù dopo aver intravisto il traguardo. Tuttavia, c’è sempre un’altra stagione. E dalle sconfitte si impara sempre. Partiamo da ieri: il Piacenza è arrivato alla doppia sfida senza energie da opporre a una squadra, il Trapani, che gli era superiore come rosa, come impianto di gioco e come stato di forma generale. Anche vincendo all’andata, sarebbe stato comunque difficile portare a casa la pelle dalla Sicilia. Prima però una notizia importante: il difensore Davide Bertoncini, vittima di un violento scontro di gioco, ha riportato una frattura scomposta alla mandibola e un taglio al labbro. La TAC ha escluso guai peggiori, nelle prossime ore è previsto un consulto medico e sarà probabile un'operazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’allenatore, Arnaldo Franzini, è il maggiore destinatario di critiche in queste ore. Gli si imputano la mancanza di coraggio, lo spirito catenacciaro e una gestione dei cambi non ottimale (a molti non è andata giù la sostituzione di Ferrari). Ora, Franzini non ha bisogno di essere difeso da nessuno: i numeri di questi anni di C lo fanno già. Sempre ai play off. Ogni anno sempre meglio. Quest’anno è arrivato a 5 minuti dalla B, con 77 punti conquistati sul campo (i tre contro il Pro Piacenza gli sono stati tolti). E questi numeri vanno letti alla luce di una considerazione: negli anni la squadra è migliorata sempre di più, grazie ai sacrifici della dirigenza e a una scelta spesso oculata dei giocatori sul mercato (a cui lui contribuisce sempre). Ma non è mai stata più forte delle rivali. Non è facile vincere di per sé. Lo è ancora meno quando a competere ci sono piazze altrettanto importanti, con budget più grandi. Oppure c’è chi si accaparra i giocatori migliori sul mercato, offrendo ingaggi faraonici che poi non riesce a pagare. Dunque, c’è un gap che negli anni si è assottigliato, ma c’è, e Franzini è stato bravo a colmarlo quasi completamente. Lo ha fatto badando al sodo, con un gioco poco spettacolare ma concreto e che, indiscutibilmente, ha portato risultati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza-Grosseto 0-2: al Garilli decidono i gol di Moscati e Gallicani

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Nibbiano&Valtidone, CastellanaFontana e Vigolzone ok

  • Prato-Fiorenzuola: 1-0, decide una rete di Ortolini in avvio di gara

  • Serie C - Risultati e classifica della 1a giornata nei Gironi A, B e C

  • Il Piacenza si sgretola subito davanti al Grosseto. Biancorossi sconfitti 0-2 nello scontro salvezza

  • Piacenza - Le pagelle: attacco non pervenuto, gli "under" steccano tutti tranne Vettorel

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento