menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - Domenica in Sardegna contro l'Arzachena per trovare la continuità

Biancorossi impegnati nella seconda trasferta consecutiva dopo la vittoria di Arezzo. Franzini non ha problemi di formazione, l'unico dubbio è a centrocampo dove Della Latta, Morosini e Segre si giocano un solo posto a fianco di Taugourdeau e Corradi

Il Piacenza partirà sabato per Olbia dove domenica affronterà l’Arzachena (ore 14.30) nella 24a giornata di campionato. Tutti presenti per Franzini - l’ultimo giorno di mercato ha portato solo alla cessione in prestito di Scaccabarozzi al Renate - che potrà attingere a piene mani dall’intero organico avendo ormai recuperato Morosini e non essendoci squalificati.

L’impronta data dal ds Matteassi nel mese di gennaio è piuttosto chiara e molto difficilmente il tecnico si scosterà dal 4-3-3 vittorioso ad Arezzo, anche perché il Piacenza è in buon momento - due vittorie nelle ultime tre gare - e perciò è da prediligere la continuità.
Spazio a Fumagalli in porta, difesa già scritta con Masciangelo a sinistra, Pergreffi e Silva nel mezzo, a destra l’unico ballottaggio con Mora in vantaggio su Di Cecco per una maglia da titolare. A centrocampo chiavi della regia a Taugourdeau affiancato da Corradi a sinistra; a destra c’è l’unico vero dubbio di Franzini perché Della Latta garantisce corsa e solidità in fase di copertura, Morosini dà più vivacità alla manovra offensiva mentre Segre, tra i tre, è quello che gode del miglior stato di forma. Possibile che alla fine si parta con Della Latta per poi cambiare - eventualmente - in corsa. Davanti nessuno dubbio con Di Molfetta e Corazza a supporto di Pesenti. Da menzionare, infine, i tifosi biancorossi che seguiranno la squadra in questa lunga e costosa trasferta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento