Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - De Paola: «Col Formigine non voglio cali»

Quella di giovedì è la classica partita che, in questo momento della stagione, può nascondere numerose insidie per il Piacenza di Luciano De Paola, lanciato nell'inseguimento del secondo posto (sette vittorie nelle ultime otto gare) e che si...

Luciano De Paola-14
Quella di giovedì è la classica partita che, in questo momento della stagione, può nascondere numerose insidie per il Piacenza di Luciano De Paola, lanciato nell'inseguimento del secondo posto (sette vittorie nelle ultime otto gare) e che si troverà sulla sua strada l'ultima della classe, il Formigine. I modenesi (ore 15 allo stadio Garilli) sono in caduta libera con una sola vittoria nelle ultime 13 partite e proprio per questo motivo sono pericolosi, se vogliono agganciare la zona playout devono cercare punti contro chiunque, Piacenza compreso. 
I biancorossi invece stanno vivendo un periodo d'oro, De Paola ha finalmente trovato una quadratura convincente e se mercoledì scorso contro il Thermal la squadra era sembrata in riserva, domenica a Correggio Volpe e soci hanno sfoderato una grande prova sotto il profilo della tenuta fisica e mentale.

«Siamo alla quarta partita in dieci giorni - spiega Luciano De Paola alla vigilia - ma la squadra ha trovato una sua anima quindi non ci saranno molti cambiamenti. In difesa giocherà Cifarelli, l'unico dubbio ce l'ho in attacco. Volpe? Ha vissuto un periodo di flessione ma sono sicuro che il nostro capitano sarà determinante». Che partita si aspetta? «Conosco molto bene il tecnico dei modenesi, Balugani, perché ce l'ho avuto a inizio carriera a Villafranca, ed è un tattico molto preparato soprattutto nella fase difensiva. Mi aspetto perciò una partita difficile, loro hanno bisogno di punti e faranno 90' chiusi per cercare di colpirci in contropiede». Il tecnico poi torna sulla vittoria di Correggio. «Ho letto in giro che la nostra è stata una mezza rapina - spiega - ma non credo sia così: la Correggese, come il Rimini, ha una qualità superiore alla nostra e noi non potevamo impostare la partita in nessuna altro modo. A un certo punto i miei ragazzi triplicavano le marcature e questo è sintomo di una squadra che ha benzina nelle gambe ed è in salute. Siamo consapevoli di avere meno qualità di altre squadre e colmiamo questa differenza con lo spirito di abnegazione, lavoro e sacrificio. Domenica scorsa Mauri ha dato prova di tutte queste qualità». Gli unici indisponibili sono Di Maio e Montanari.

Probabile formazione Piacenza - Tarolli ('97); Ruffini, Colicchio, Tarantino, Cifarelli ('95); Saber ('95), Corso ('95), Mauri; Volpe, Bertazzoli, Lisi. 
Leggi qui il programma completo della 33esima giornata di Serie D e la classifica aggiornata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Eccellenza, Promozione e Prima: stop alle Coppe. Seconda e Terza: la stagione sarà completa

  • Terminate le videoconferenze con le società di calcio dilettantistico: fino al 3 dicembre impossibile prendere decisioni

  • Un Piacenza decimato dal Covid ha ripreso gli allenamenti, difficile che venga rinviata la gara con la Giana Erminio

  • Il Bertocchi diventa un campo all'inglese: erba artificiale, tribuna ampliata e coperta

  • Miozzo (Cts): «Palestre, piscine e centri sportivi non riapriranno per Natale»

  • Il Piacenza fa la conta per la sfida di mercoledì contro la Giana Erminio. Sono 14 gli indisponibili

Torna su
SportPiacenza è in caricamento