Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza da non crederci: giro di boa a 50 punti

Il Piacenza chiude il girone di andata toccando la stratosfera: 50 punti in 19 partite e grazie al pareggio del Lecco sul campo della Pergolettese gli emiliani arrivano alla pausa natalizia con un rassicurante +13 sulla principale...

Piacenza da non crederci: giro di boa a 50 punti - 1


Il Piacenza chiude il girone di andata toccando la stratosfera: 50 punti in 19 partite e grazie al pareggio del Lecco sul campo della Pergolettese gli emiliani arrivano alla pausa natalizia con un rassicurante +13 sulla principale inseguitrice. Si aspettava il Piacenza al varco nel finale di campionato, individuato dagli addetti ai lavori come il momento più difficile del calendario dei biancorossi, che invece ne escono rafforzati spegnendo, di domenica in domenica, prima le speranze del Seregno e poi quelle del Lecco. Inutile lanciare aggettivi, non ce ne sono più per definire una squadra capace di schiacciare tutti e tutto, è sufficiente guadare i numeri per alzarsi ed applaudire una macchina perfetta che ha giocato il periodo più caldo spesso senza titolari, ma la verità è che in rosa di titolari ce ne sono almeno quindici.
La Virtus Bergamo dura 4' prima che Cazzamalli scardini il fortino allestito da Armando Madonna su cui piovono cori e insulti per larga parte della partita. I tifosi lo spiegano con uno striscione: «Ingenuo-ferito, ma comunque da Piacenza sei sparito». Il riferimento è al fatto che Mindo, anche se non è mai stato toccato dall'inchiesta sul calcioscommesse, è comunque ritenuto moralmente colpevole di non essersi mai accorto di quello che accadeva all'interno dello spogliatoio e soprattutto di non essere tornato in città dopo la sconfitta nel playout contro l'Albinoleffe. Ma questa è una storia che non vorremmo più raccontare - anche perché l'abbiamo fatto abbondantemente - ciò che invece merita l'attenzione è il Piacenza di oggi capace di mettersi in tasca una bella fetta di promozione già al giro di boa.

SUPERIORITA' - E' netta quella della squadra di Franzini che chiude il girone di andata con la bellezza di 16 vittorie su 19 e anche la Virtus Bergamo si deve inchinare alla superiorità dei biancorossi, soprattutto al Garilli, dove i numeri sono da capogiro: ci hanno perso tutte le avversarie (10). Madonna - beccato dal pubblico piacentino - disegna una Virtus chiusa, Franzini risponde con il classico 4-3-3 senza Sentinelli (squalificato) in difesa e con Porcino e Taugourdeau a riposo precauzionale. Non c'è bisogno di tutti i titolari - se mai ce ne fossero in squadra - e il primo tempo è dolce e piacevole per gli spettatori: Cazzamalli sugli sviluppi di un corner sblocca dopo 4' e Marzeglia chiude il match al 30', di testa, ancora su calcio d'angolo di Minincleri. Nel mezzo c'è tanto altro, un paio di occasioni costruite in modo spettacolare per Minincleri fermato prima dalla traversa e poi da Bacuzzi. La Virtus fa quello che può con Amodeo che innesca Bosio ma è prontissima l'uscita di Boccanera, poi è Germani a sfiorare la traversa.

SHOW - Nella ripresa i lombardi cercano di spaventare il Piacenza ancora con Germani ma Boccanera è sempre attento e dopo 10' i biancorossi mandano la partita in ghiacciaia con Ruffini: schema da corner, velo di Matteassi e Ruffini infila la terza rete. L'attenzione però va subito sul difensore che rimane a terra e deve uscire in barella (distorsione alla caviglia): dentro Taugourdeau al suo posto e Cazzamalli scala in difesa al fianco di Silva. Il confronto finisce qui, il resto è buono solo per le statistiche con Morosini che centra la traversa su punizione (65') e i tifosi del Piacenza che cantano contro Madonna ricordando una ferita ancora aperta. A tempo quasi scaduto Bacuzzi sbaglia il rinvio regalando a Minincleri la palla del poker. Natale squisito, che di più non si può. Lunedì mattina ultimo allenamento dell'anno, poi ci sarà il rompete le righe fino al 27 dicembre quando la squadra tornerà sul pezzo. In fondo c'è ancora un girone di ritorno da giocare.
Giacomo Spotti

Piacenza-Virtus Bergamo: 4-0
Primo tempo: 2-0


Piacenza: Boccanera, Di Cecco, Contini, Ruffini (11' st Taugourdeau), Cazzamalli, Silva, Matteassi, Saber, Marzeglia (39' st Gherardi), Minincleri, Franchi Stefano (30' st Mira). A disposizione: Cabrini, Cigognini, Ziliani, Colombini, Galuppini, Pezzi. All.: Franzini.
Virtus Bergamo: Bacuzzi, Ravot, Seck, Tognassi, Lemma, Sberna, Bosio, Mister (25' st Masinari), Amodeo, Morosini, Germani. A disposizione: Pantaleo, Deri, Valietti, Dossi, Facoetti, Lanza, Carobbio. All.: Madonna.
Arbitro: Madonia di Palermo (assistenti Fraggetta di Catania e Grasso di Acireale)
Reti: 4' pt Cazzamalli, 31' pt Marzeglia, 9' st Ruffini, 41' st Minincleri
Note - Giornata tipicamente invernale, campo in perfette condizioni di gioco. Spettatori: 1532. Ammoniti: 29' pt Stefano Franchi, 4' st Matteassi, 9' st Ruffini, 45' st Gherardi. Tiri: 10-7. Corner: 9-2. Recuperi: 0' pt, 4' st.

IL FILM DELLA PARTITA

Finale 49' s.t. - Piacenza batte Virtus Bergamo 4-0 e vola a +13 sul Lecco.

Aggiornamento 41' s.t. - Quarto gol biancorosso con Minincleri, l'attaccante è stato servito involontariamente da Bacuzzi, autore di una gaffe notevole.

Aggiornamento 38' s.t. - Nel Piacenza esce Adriano Marzeglia, applauditissimo. Al suo posto entra il neo acquisto Enrico Gherardi.

Aggiornamento 30' s.t. - La partita si sta trascinando verso la sua conclusione senza grossi sussulti. Il Piacenza, con tre gol di vantaggio, sta amministrando con scioltezza. Intanto esce Franchi Stefano ed entra Mira.

Aggiornamento 20' s.t. - Si fa vedere la Virtus con una punizione di Morosini dai 20 metri: il tiro sorvola la barriera e bacia la parte superiore della traversa.

Aggiornamento 9' s.t. - Gol del Piacenza con Ruffini. Il difensore segna di piatto sugli sviluppi di un corner con un bel taglio sul primo palo. Sull'azione del gol, tuttavia, Ruffini rimane a terra ed esce in barella. Al suo posto entra Taugourdeau.

Aggiornamento 1' s.t. - Cominciato il secondo tempo di Piacenza-Virtus Bergamo. Ospiti subito pericolosi con Germani, il tiro del bianconero viene sventato da un super intervento di Boccanera.

Aggiornamento 45' p.t. - Finisce il primo tempo tra Piacenza e Virtus Bergamo. Il Piacenza meritatamente in vantaggio e autore di una prestazione autoritaria contro una Virtus che ha comunque impensierito Boccanera in un paio di situazioni. L'ex Armando Madonna fischiato dal settore distinti, nel quale è comparso uno striscione: "Ingenuo e ferito, comunque da Piacenza sei sparito".

Aggiornamento 35' p.t. - Il Piacenza gioca sul velluto e sfiora la terza rete con Minincleri, che si fa parare il tiro da Bacuzzi sullo scarico all'indietro di Stefano Franchi. Bella azione.

Aggiornamento 31' p.t. - Raddoppio del Piacenza con Marzeglia. L'attaccante svetta mezzo metro sopra a tutti e colpisce di testa il corner di Minincleri, mandando la palla a sbattere contro la parte interna della traversa e poi in rete.

Aggiornamento 30' p.t. - Gara piacevole al "Garilli", fioccano le occasioni da rete da una parte e dall'altra. Pochi minuti fa (25') Stefano Franchi impegna Bacuzzi con una rasoiata dal limite, poi Amodeo verticalizza per Bosio che incrocia la conclusione e sfiora il "sette" alla sinistra di Boccanera.

Aggiornamento 20' p.t. - La partita è iniziata forte con le due fiammate che hanno portato al gol del Piacenza e all'occasione per la Virtus. Ora è ancora il Piacenza a sfiorare il gol: torre di Marzeglia per Minincleri che tira di collo e colpisce la traversa.

Aggiornamento 12' p.t. - La Virtus Bergamo reagisce dopo aver subito lo svantaggio e va vicina al pareggio con Bosio, bene imbeccato in area da Amodeo. Boccanera fa buona guardia in uscita.

Aggiornamento 4' p.t. - Piacenza in vantaggio con Cazzamalli. Il centrocampista biancorosso sguscia in mezzo alla difesa avversaria sugli sviluppi di un corner e fa secco Bacuzzi con un piattone a botta sicura.

Aggiornamento 1' p.t. - Iniziata allo stadio "Garilli" la sfida tra il Piacenza e la Virtus Bergamo di Armando Madonna.

Ecco le formazioni ufficiali della partita. Piacenza: Boccanera, Di Cecco, Contini, Ruffini, Cazzamalli, Silva, Matteassi, Saber, Marzeglia, Minincleri, Franchi Stefano. A disposizione: Cabrini, Cigognini, Ziliani, Colombini, Galuppini, Mira, Pezzi, Taugourdeau, Gherardi. All.: Franzini.
Virtus Bergamo: Bacuzzi, Ravot, Seck, Tognassi, Lemma, Sberna, Bosio, Mister, Amodeo, Morosini, Germani. A disposizione: Pantaleo, Deri, Valietti, Dossi, Facoetti, Lanza, Carobbio, Masinari. All.: Madonna.

Aggiornamento - Squadre in campo per il riscaldamento allo stadio Leonardo Garilli, si gioca l'ultima partita del girone di andata di Serie D e il Piacenza capolista affronta la Virtus Bergamo.
A seguire le formazioni ufficiali. Dalle 14.30 la diretta live della partita.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento