rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - Contro l'Albinoleffe per tornare a correre. Scazzola: «Non possiamo permetterci molti passi falsi»

Il tecnico torna sulla sconfitta con l'Arzignano: «L'amaro in bocca è rimasto perché l'avevamo sbloccata. Non possiamo vincerle tutte, ma sappiamo che ogni gara vale doppio e le occasioni sono sempre meno». Rientra Rizza, ancora out Persia. A centrocampo ballottaggio Giorno-Palazzolo

Si apre domenica pomeriggio (ore 14.30) a Zanica una settimana clou per la corsa salvezza del Piacenza che nel centro bergamasco affronta un Albinoleffe sempre insidioso, ai margini della zona playoff, ma che dovrà fare molta attenzione se non vuole essere risucchiato nella seconda parte della classifica.
Tutti conti che il Piacenza non può e non deve fare, dopo i tre successi che hanno riaccorciato la coda della graduatoria (senza modificare le posizioni, i biancorossi sono ancora penultimi) la squadra di Scazzola è tassativamente chiamata a cercare il bottino pieno sia domenica contro l’Albinoleffe sia nello scontro diretto di mercoledì al Garilli col Sangiuliano (ore 18).
La sconfitta della scorsa settimana con l’Arzignano ha lasciato parecchio amaro in bocca, il Piacenza era passato in vantaggio ma poi si è spento, lasciando spazio alla rimonta dei veneti. Errore da non commettere più perché le partite sono sempre meno, i punti iniziano ad avere un valore doppio e lì in fondo, per evitare i playout, non c’è solo il Piace ad essersi rimesso in carreggiata (il Trento ha centrato 4 successi consecutivi).
Dal campo c’è la buona notizia del rientro di Rizza, possibile arma a sinistra, mentre Persia è sulla via del recupero ma ci vorranno ancora un paio di settimane. In casa Albinoleffe davanti ci sono i due cannonieri Cocco e Manconi, a centrocampo Brentan è squalificato, Genevier non sta bene, mentre Gelli e Tomaselli non saranno convocati.

SCAZZOLA
«Queste prime quattro giornate del campionato di ritorno ci hanno detto che siamo stati bravi ad accorciare notevolmente le distanze - attacca Scazzola - perché, se ci ricordiamo dove eravamo prima di Natale, la situazione era davvero difficile. Tre vittorie consecutive ci hanno riportato nel calderone, dietro però tutte stanno correndo e questo dice che possiamo solo pensare a fare punti, partita dopo partita, senza permetterci altri pensieri. Davanti a noi ci sono squadre che possono permettersi dei passi falsi, noi no, sarebbe impensabile vincerle tutte però l’atteggiamento deve essere quello degli ultimi due mesi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Contro l'Albinoleffe per tornare a correre. Scazzola: «Non possiamo permetterci molti passi falsi»

SportPiacenza è in caricamento