Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Contro il Modena servono gol e punti. Franzini: «Mi aspetto una gara vibrante». Ok gli abbonamenti

Sabato sera al Garilli (ore 20.45) esordio interno dei biancorossi in un derby che manca da molti anni. Milesi potrebbe partire dall'inizio. Della Latta: il Bari vuole il giocatore ma il Piacenza lo fa partire solo se c'è un'offerta importante

Eclipse cross-2Operazione riscatto. E’ questo il contenuto principale in casa Piacenza alla vigilia del derby contro il Modena, anticipo di lusso del sabato sera in uno stadio Garilli (ore 20.45) che presenterà un colpo d’occhio rinnovato. Sono stati posati oltre 4mila seggiolini nuovi, entro le prossime settimane si arriverà agli 11mila previsti.
Riscatto, perché l’esordio di Arzignano non ha convinto fino in fondo, vero che Piacenza - con il rigore sbagliato da Paponi al 90’ - avrebbe meritato la vittoria nella ripresa ma ci si aspettava molto di più. Gara che arriva al termine di una settimana in cui ci sono state parecchie novità: è arrivato il difensore centrale Luca Milesi dalla Pro Vercelli, il capitano Silva ha rescisso ed è andato alla Casertana, nelle ultime ore è arrivato un altro difensore, Lorenzo Borri, classe ’97 in uscita dalla Juve Stabia. Una bella notizia: gli abbonamenti giovedì hanno toccato quota 1747, si viaggia tranquillamente verso le 1800 tessere e, a conti fatti, non è più una chimera la speranza di arrivare a 2mila abbonamenti.

FRANZINI
«Non la metterei in questi termini - spiega Franzini alla vigilia del match - cioè non parlerei di un Piacenza in cerca di riscatto o di una reazione, piuttosto si tratta di mettere in pratica ciò di cui siamo capaci e per cui ci siamo allenati. Si tratta di avere un atteggiamento diverso rispetto al primo tempo di domenica scorsa, fare quello che sappiamo e farlo anche alla svelta, questo sì». Il fatto che sia in notturna può aiutare? «Sicuramente i ritmi saranno più alti, ci sarà meno caldo rispetto a Vicenza, ma la vera benzina sarà il nostro pubblico in un derby sentito e che si preannuncia tirato. I nostri tifosi sanno sempre creare un bel clima».
E’ giusto dire che il modulo con il trequartista è già a un primo esame; o ci si sblocca o si potrebbe tornare all’antico. «Direi che è sbagliato nel senso che la base di partenza sarà sempre la difesa a quattro, poi davanti puntiamo sui due attaccanti con il trequartista ma già a Vicenza nella ripresa siamo passati a tre nel reparto offensivo. Come sempre lavoriamo su più impianti di gioco da utilizzare nella stessa partita a seconda delle esigenze». Sabato il Modena poi subito big match a Trieste. «Non guardiamo il calendario e pensiamo a giocare una partita alla volta».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Ministra De Micheli: «A scuola turni dalle 8 alle 20, sui banchi anche la domenica». Salta tutta l'organizzazione dello sport?

  • Como-Piacenza 0-0: buon punto per i biancorossi

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva il pareggio. Belle prove per Ballerini, Heatley e Galazzi

  • Una bella Piacenza supera 3-1 Ravenna, ma si infortuna Grozer che lascia il PalaBanca con le stampelle

  • Piacenza - Lunedì sera posticipo a Como, biancorossi sempre in emergenza. Manzo: «Voglio una reazione»

  • Piacenza - Di Battista traccia il primo bilancio. «Ci serve solo poter lavorare con continuità e serenità»

Torna su
SportPiacenza è in caricamento