menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Da sinistra: Abbate, Cazzamalli e Pergreffi

Da sinistra: Abbate, Cazzamalli e Pergreffi

Piacenza con la mente libera, Parma con la pressione di una stagione da salvare

I bookmakers quotano in modo simile la vittoria di una delle due squadre. Nessuna è veramente favorita, ma se il Parma non vince rischia di dover rifondare il progetto. La squadra di D'Aversa non ha margine di errore

Il segnale che arriva dai bookmakers è quello di assoluto equilibrio. Tutte le principali agenzie di scommesse infatti quotano in modo molto simile la vittoria del Piacenza o quella del Parma; a differenza di quanto emerge da sondaggi e opinionisti nella città crociata i biancorossi sono sullo stesso piano della squadra di D’Aversa.
La pressione però è tutta sulle spalle di Lucarelli e compagni, perché il Parma partiva per vincere subito e non ha vinto, questo costringe i gialloblu a passare nella lotteria infernale dei playoff e l’uscita agli ottavi di finale sarebbe un dramma per i tifosi e il capolinea, probabilmente, per molti giocatori e staff tecnico. Insomma il Parma non può assolutamente sbagliare la partita mentre il Piacenza dalla sua parte ha il vantaggio di giocare senza pressioni, la stagione è andata oltre ogni più rosea aspettativa: il sesto posto, i playoff, i due derby vinti con la Cremonese, le due stracittadine col Pro e l’entusiasmo della tifoseria sono basi solidissime su cui costruire le prossime due annate. Attenzione, questo non vuol dire che il Piacenza si può accontentare, come ha giustamente sottolineato Jacopo Silva la scorsa settimana «giochiamo i playoff per provare a vincerli» ma solamente che il Parma ha la pressione del risultato, il Piacenza no.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento