Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Ci siamo, Franzini indica la rotta: «Con coraggio e testa: prendiamoci la Serie B»

I biancorossi partiranno nel primo pomeriggio per Trapani, truppa al completo, recupera anche Nicco. Si gioca sabato sera alle 20.30: chi vince va in B. Franzini orientato a giocare con il 3-5-2. In caso di pareggio ci saranno supplementari e rigori

Arnaldo Franzini, quarta stagione sulla panchina del Piacenza

Mitsu Spacestar-3Finalmente si parte. Il conto alla rovescia sta per terminare: sabato sera passa il treno della Serie B al Provinciale di Trapani (fischio d’inizio ore 20.30, diretta Rai Sport) e il Piacenza, per la seconda volta in stagione, ha l’occasione di salirci. Nessuno calcolo per i biancorossi, il piatto è semplice semplice: chi vince vola in B insieme a Entella, Pordenone, Juve Stabia e Pisa. In caso di pareggio al 90’ - con qualunque risultato - ci saranno i tempi supplementari ed eventualmente i rigori: si parte dallo zero a zero carico di polemiche (due rigori non fischiati agli emiliani) dell’andata.
In mattinata ultimo allenamento agli ordini di Franzini, pranzo veloce e poi partenza per Orio al Serio dove ad attendere la comitiva biancorossa c’è un volo privato per calciatori e dirigenti: destinazione Trapani. Dal campo: Piacenza al gran completo, l’unico che non è al top è Porcari ma sarà regolarmente convocato e potrà eventualmente giocare uno spezzone di gara. Arbitra Ayroldi di Molfetta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

EQUILIBRIO
«Assolutamente non partiamo battuti - spiega Franzini alla vigilia - anzi, abbiamo le carte in regola per sbancare Trapani. Abbiamo già giocato partite difficili in trasferta e spesso abbiamo fatto bene. Sinceramente sono ottimista perché ho visto la squadra carica, siamo al completo e abbiamo una panchina lunga che ci permette di cambiare volto alla formazione in ogni istante a seconda delle necessità. I cambi saranno determinanti e fisicamente la squadra è al top, solo Porcari non ha i 90’ nelle gambe, Nicco si è allenato regolarmente. Essendo una finale saranno determinanti gli episodi, come nell’andata prevedo grande equilibrio. Andranno gestite le diverse fasi della gara perché le variabili sono tante, a partire dal caldo, dal fatto che loro giocano in casa senza dimenticare che andranno gestiti i rigoristi in caso la partita non si sblocchi dopo 90’».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coppa Italia - Piacenza sconfitto 1-2, il Teramo sbanca il Garilli senza fatica

  • Piacenza-Grosseto 0-2: al Garilli decidono i gol di Moscati e Gallicani

  • Piacenza, male la prima. Il Teramo domina, biancorossi fuori dalla Coppa e con dei problemi da risolvere

  • Gardini: «Amareggiato per la situazione, ma sono certo che la Gas Sales Bluenergy farà una grande annata»

  • Prato-Fiorenzuola: 1-0, decide una rete di Ortolini in avvio di gara

  • Omicidio a Lecce, ucciso l'arbitro Daniele De Santis. Aveva arbitrato il Piacenza quattro volte negli ultimi anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento