rotate-mobile
Martedì, 7 Febbraio 2023
Piacenza Calcio

Piacenza - Cesarini: «Pighi ci aveva chiesto un ultimo regalo». Curioni: «Fatta partita che volevamo»

Il tecnico in seconda: «Sapevamo che la Feralpi giocava col palleggio, noi bravi a stare sempre compatti e colpire in ripartenza». Il capitano: «Il presidente uscente ci aveva chiesto una vittoria. Dedico il gol al mio amico Piero, scomparso troppo presto»

E’ Giacomo Curioni, allenatore in seconda del Piacenza, a commentare il successo dei biancorossi sul campo della capolista Feralpi. Scazzola è stato infatti espulso a metà del primo tempo per proteste dalla panchina e dunque tocca a Curioni riassumere un match ben giocato dal Piacenza, solido e attento.
«La vittoria è di capitale importanza perché ci permette di dare continuità al trend positivo iniziato col pareggio a Vicenza e proseguito, ora, con tre vittorie consecutive di cui le ultime due in trasferta. Sulla gara, invece, non che applaudire i ragazzi perché hanno fatto esattamente la partita che avevamo preparato. Sapevamo che la Feralpi aveva tanta qualità nel palleggio e dunque dovevamo rimanere compatti e giocare sulle ripartenze, il rigore è proprio arrivata da una situazione del genere. Lasciatemi poi aggiungere il contributo arrivato dalla panchina, i giocatori che sono entrati hanno aiutato enormemente la squadra a tenere il vantaggio».

Lo striscione dedicato al presidente uscente Roberto Pighi

Decisamente raggiante anche il match winner, capitan Cesarini che alla vigilia della gara era perfino in dubbio. Con una sua giocata eccezionale ha dato il via alla verticalizzazione che ha portato al rigore su Munari, penalty che il Mago ha poi trasformato. «Sono contento come tutti, soprattutto a livello personale mi serviva una gara così perché arrivavo da un periodo difficile in cui ho patito qualche infortunio. Il gol è sempre la medicina migliore e colgo l’occasione per dedicare questa rete al mio amico Piero, scomparso purtroppo troppo presto. La squadra sta bene, l’atteggiamento è quello giusto e c’è stata un’altra grande prestazione. In settimana respiriamo un grande spirito sul campo di allenamento e penso che si veda poi alla domenica. Oggi terzo successo, questo contro la capolista, dopodiché volevamo a tutti i costi vincere per dedicarla a Roberto Pighi perché oggi era la sua ultima da presidente in carica e ci aveva chiesto un regalo».

Pighi esulta sotto al settore di tifosi insieme al futuro presidente Polenghi e al vice Rigolli

Bellissimo, sull’argomento, l’abbraccio finale che i 150 tifosi biancorossi presenti hanno dedicato a Roberto Pighi con striscioni e cori.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Cesarini: «Pighi ci aveva chiesto un ultimo regalo». Curioni: «Fatta partita che volevamo»

SportPiacenza è in caricamento