Questo sito contribuisce all'audience di

Il Piacenza suona la sesta sinfonia, contro la Carrarese basta un rigore di Taugourdeau

Sesta vittoria consecutiva del Piacenza che allunga sulle inseguitrici e mette nel mirino la quinta posizione. Decisivo il rigore che si procura un monumentale Saber e realizzato dal regista francese. La Carrarese protesta per l'episodio

L'esultanza dei bianorossi sotto la Curva (foto Trongone)

Non è il Piacenza migliore della stagione quello che si prende la vittoria contro la Carrarese, la sesta sinfonia consecutiva lascia i biancorossi al sesto posto in classifica ma ha il pregio di avvicinarli sempre di più ai vertici dopo il pareggio della Giana Erminio e la sconfitta dell’Arezzo; inoltre, aspetto non da poco, di allungare sulla settima posizione (che costringe al turno secco dei playoff in trasferta). La squadra di Franzini è apparsa col fiato un po’ lungo, sfilacciata, priva di idee in attacco, imprecisa ma comunque vincente grazie a un’impressionante solidità difensiva e, in questo momento della stagione, contano solamente i tre punti. Domenica gli emiliani vanno a Como, poi ci sono in serie Arezzo, Giana Erminio (infrasettimanale) e il derby col Pro Piacenza: tutte sfide che decideranno la griglia playoff e presentarsi con sei vittorie consecutive al periodo clou dà un sapore decisamente interessante.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SONNIFERO
In porta Miori vince il ballottaggio con Pelizzoli e Masullo parte dal 1’ sulla sinistra, la novità però è il ritorno di Cazzamalli nell’undici di partenza mentre davanti c’è la coppia Romero-Nobile. La Carrarese piazza Finocchio a uomo su Taugourdeau e attaccando subito molto alta manda in tilt l’impianto di gioco dei biancorossi che trovano tutto intasato: sia le vie centrali sia quelle laterali. Il primo sussulto arriva al 34’: Sciacca in mezzo per la girata al volo di Nobile, Lagomarsini si esalta salvandosi in corner, nel frattempo Finocchio esce - problemi muscolari - per Cristini. Non è una sveglia dallo stato di torpore che avvolge le due squadre, ma solamente l’unica emozione di 45’ altamente soporiferi. Piacenza privo di idee, lento, prevedibile con i reparti lunghissimi, situazioni con cui la Carrarese va a nozze e infatti la formazione di Firicano non rischia nulla e nel finale si fa viva con Miracoli e Floriano.

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Piacenza-Pro Vercelli 1-1: Della Morte trova il pari nel finale su errore di Bruzzone

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

  • Piacenza - Le pagelle: Libertazzi salva almeno il pareggio. Male Bruzzone, il centrocampo non gira

  • Niente da fare per la Gas Sales Bluenergy, Modena espugna il PalaBanca

Torna su
SportPiacenza è in caricamento