menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - I pagelloni, brillano Pergreffi e Saber

In tanti hanno stupito. Su tutti Pergreffi, Agostinone, Sciacca e Saber. Altri si sono confermati sui livelli dell'anno scorso come Taugourdeau e capitan Matteassi. Mentre qualcuno non è riuscito a esprimersi al meglio come Barba e Miori. Ecco i pagelloni di fine anno di tutti i biancorossi.

DIFENSORI

CASTELLANA s.v.: tre presenze, tutte nelle ultime partite. Troppo poco per potersi sbilanciare. Ha avuto la sfortuna di doversi misurare con l’esplosione inaspettata di Sciacca, ma è un elemento che se nella forma migliore vale in pieno la categoria. 

DI CECCO 6,5: è maturato rispetto all’anno precedente. Chiaramente, mentre per la serie D era una specie di sputnik imprendibile, in Lega Pro la vita è molto più dura. Gli avversari non indietreggiano, provano a metterti in difficoltà se possono. Ed è proprio qui che si denota una maturazione: l’ex Bologna sta imparando a difendere, oltre a fare piuttosto bene (come sempre) in fase fluidificante.  

SCIACCA 7+: che bravo questo giovane difensore. Arrivato da soldato semplice, ha finito per imporsi alla grande nelle gerarchie di Franzini. Capace in marcatura - del resto all’Inter faceva il centrale - si fa valere anche come terzino di spinta. I compagni lo definiscono ”ingollabile”, cioè come afflitto da un incantesimo per il quale non riesce a segnare nemmeno a porta vuota. Ma presto l’incantesimo s’infrangerà, sicuramente. 

AGOSTINONE 7,5: a Foggia lo chiamavano “il divino”, a Piacenza qualcuno lo ha ribattezzato “sensation” (ossia che dà la sensazione di essere un gran bel giocatore). E il motivo c’è. Agostinone è completo, bravo di piede e valido interprete di tutti i ruoli di fascia. Oltretutto è un mancino, una vera rarità. Una sorta di chicca che i biancorossi si devono tenere ben stretta.

ABBATE 6: arrivato alla fine della preparazione, ad agosto inoltrato, ci ha messo un po’ per ritrovare la forma ottimale. Franzini lo ho inserito per gradi, lui ha saputo aspettare e ha giocato buone gare quando è stato chiamato in causa. 

PERGREFFI 8: alzi la mano chi ha creduto in lui fin dal primo giorno di ritiro. Se si facesse questa domanda a tutti i piacentini, e questi decidessero di rispondere con sincerità, in pochi la alzerebbero. Ora gli si dovrebbero delle scuse. Si è conquistato il posto fisso (una rarità, di questi tempi), il prolungamento contrattuale ed è, probabilmente, uno dei migliori centrali del girone.  

SILVA 7,5: su di lui ci sono sempre stati pochi dubbi, è uno dei rari esemplari di profeta in patria. A parte una lieve flessione nelle ultime partite - peraltro condivisa da tutta la squadra - ha guidato con autorità una retroguardia decisamente da parte sinistra della classifica. 

COLOMBINI s.v.: non è ancora stato schierato. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento