menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un esempio di stadio modulare, l'Airberlin di Dusseldorf

Un esempio di stadio modulare, l'Airberlin di Dusseldorf

Piacenza - C'è l'idea per lo stadio nuovo. Gatti: «Sì è vero, ci stiamo pensando»

La struttura potrebbe sorgere a Le Mose e sarebbe a carico del Piacenza Calcio che nell'incontro di mercoledì con l'amministrazione comunale avrebbe chiesto di individuare l'area. Ecco tutti i dettagli su come potrebbe essere la nuova casa biancorossa

Siamo ancora nella fase delle idee, di progetti su carta non ce ne sono, ma già il parlarne concretamente è un bel passo in avanti. Nell’incontro avuto mercoledì tra amministrazione comunale e Piacenza Calcio, rappresentato dal presidente onorario Stefano Gatti, c’erano numerose proposte sul tavolo ma una più delle altre ha coinvolto le parti: la realizzazione di un nuovo stadio.
Detta così sembra la solita boutade, in realtà - sebbene a livello ancora superficiale - il Piacenza ha voluto sondare il terreno perché comunque la “grana” stadio Garilli prima o poi andrà risolta.
La vicenda è nota: il 30 giugno 2017 scade il bando per la gestione né il Piacenza, né il Pro Piacenza e tantomeno il Comune sono intenzionati a riprenderlo in gestione, almeno per un periodo di medio termine (mentre a breve qualcosa andrà fatto perché è l’unica struttura agibile per la Lega Pro). I costi di gestione si aggirano sui 300mila euro annui per un impianto che in certi punti cade quasi a pezzi e nei prossimi mesi bisogna adeguare l’impianto di illuminazione (spesa attorno ai 90mila euro) una manutenzione straordinaria che dovrebbe essere a carico del Comune ma che rischia di pesare invece sulle casse del Piacenza. Oggi è questo e domani sarà altro.

DOVE E COME: A LE MOSE?

Da qui nasce l’idea del Piacenza di dotarsi di un nuovo impianto - interamente finanziato dai privati - perché, per pagare 300mila euro all’anno di costi di gestione tanto vale allora avere una struttura di proprietà convogliando quella cifra in un mutuo. A confermarlo è lo stesso presidente Stefano Gatti, che sostiene lo sport piacentino da trent’anni tra volley, basket e calcio: «E’ vero, ci stiamo pensando a realizzare uno stadio nuovo, ma al momento siamo solo a un livello di incontri».
Il club biancorosso avrebbe chiesto all’amministrazione comunale un’area, data in concessione, sui cui realizzare la nuova struttura (si vocifera a Le Mose) in due modi: o attraverso una serie di imprenditori messi insieme dal Piacenza e interessati a un investimento di questo tipo oppure passando attraverso nuove forme di finanziamento. Nel febbraio del 2016 è stato raggiunto, tra la Federazione italiana gioco calcio e l’’Istituto per il credito sportivo una convenzione, rivolta al tentativo d’i incentivare la riqualificazione degli stadi secondo le norme stabilite dalla UEFA, mettendo a disposizione la somma di 80 milioni di euro, dai quali si può attingere attraverso l’’erogazione di prestiti agevolati. Chi contrae questi mutui può usufruire del totale abbattimento degli interessi fino a un massimo di 500.000 euro e può spalmarli su 10 anni nel caso sia una società affiliata alla FIGC.
Pensare di mettere a disposizione della città uno stadio accogliente, moderno e senza costi esorbitanti di gestione, si può. Serve solo una scelta politico-amministrativa precisa e la collaborazione di partner privati.

STADIO MODULARE NUOVA VIA

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento