Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Piacenza Calcio

Piacenza - Brodino di gennaio, il calciomercato si chiuderà senza sussulti

Via Cacia dentro Polidori, partito Giandonato è arrivato Franchini. L'innesto di Mazzini solo per tamponare il forfait di Del Favero. Mercato decisamente sottotono per i biancorossi che perdono Corradi per 2 mesi, le avversarie si sono tutte rinforzate.

Mazda cx30 nuova-2E’ destinato a chiudersi senza alcun tipo di sussulto il calciomercato del Piacenza che, per la prima volta dopo tre anni di Serie C, rinuncia a inserire mattoni importanti in ottica futura. Il mercato di gennaio ha sempre avuto un certo rilievo per il club di via Gorra, il primo anno arrivò Romero, al secondo furono innestati Pesenti, Di Molfetta e Corradi nell’ottica del campionato dello scorso anno, a gennaio 2019 arrivarono Ferrari e Terrani. Questa volta nulla, il Piacenza si ferma a una manciata di operazioni secondarie: via Cacia dentro Polidori, via Giandonato dentro il giovane Franchini, Castellana ha tamponato la decisione di riportare Della Latta a centrocampo. Mazzini è arrivato giocoforza dopo il forfait di Del Favero ma non sono previsti ulteriori innesti nonostante lo stop di Corradi che lo terrà fuori dal campo per un mese e mezzo o forse due.

Oggi a dir la verità si è fatto un timidissimo tentativo per riportare in biancorosso Franco Ferrari, idea durata lo spazio di un amen perché il giocatore andrà al Livorno ed è tramontata ancor prima di nascere. Definitivamente sfumata la possibilità di vedere in biancorosso Martignago.
Non dovrebbero esserci partenze illustri, stando a quanto detto dai dirigenti, tuttavia occorre usare il condizionale perché le ultime 48 ore di calciomercato possono dire tutto e il contrario di tutto. Venerdì il gong, dopodiché si andrà così fino a fine stagione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Brodino di gennaio, il calciomercato si chiuderà senza sussulti

SportPiacenza è in caricamento