rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Arriva Amodeo. Rivoluzione in vista

E' il momento di leccarsi le ferite per il Piacenza Calcio, che ha scoperto come il terreno sotto i piedi può diventare improvvisamente friabile e scivoloso. Il pareggio contro l'Olginatese ha sancito le difficoltà di questa squadra nel fare anche...

E' il momento di leccarsi le ferite per il Piacenza Calcio, che ha scoperto come il terreno sotto i piedi può diventare improvvisamente friabile e scivoloso. Il pareggio contro l'Olginatese ha sancito le difficoltà di questa squadra nel fare anche le cose più semplici (come i passaggi di pochi metri) e nel prossimo turno arriva la Pro Sesto, formazione che viaggia salda al secondo posto in classifica, contro la quale i biancorossi si giocheranno quasi tutte le chance di restare aggrappati alla vetta. La prima novità che darà la scossa in via Gorra è l'arrivo dell'attaccante Giovanni Amodeo, classe 1992 con mezza vita passata tra Serie C e Serie D mettendo a referto la bellezza di 150 gol. Il Vado ha svincolato il giocatore, che nella scorsa settimana ha cercato un appartamento in città, e dovrebbe essere a disposizione di Venturato a partire dall'allenamento di martedì pomeriggio. La volontà è quella di utilizzarlo subito nella prossima partita contro i lombardi. Il suo arrivo cambia l'assetto tattico della squadra, probabile che si vada verso un 4-4-2 con Amodeo e Marrazzo in attacco, Volpe e Minasola sugli esterni e in mezzo Orlandini con Pani in regia.

Si riparte dunque dal mercato invernale e sebbene nessuno voglia sentire la parola rivoluzione, è lapalissiano come questa sia già in atto. Prima il cambio del tecnico e successivamente le dimissioni del diesse Marzio Merli hanno fatto solo da preludio a quello che potrà accadere nel prossimo mese. Che il club e il centrocampista Alessandro Cortesi siano ormai divorziati in casa è chiaro, lo si è capito dalle parole nel post partita del presidente Stefano Gatti: «Ma avete visto come gioca?». L'esterno sinistro Galli, arrivato in prestito dal Fiorenzuola, è tornato alla base oggi (risoluzione del prestito) e tutti i fari sono puntati su Claudio Pani. La sua storia ricorda quella di Francesco Volpe nella passata stagione, quando faticò enormemente nella prima parte, e qui la società farebbe bene a puntare ancora sul talento del giocatore che è innegabile, gli serve solo la fiducia dell'ambiente e un centrocampo che giri su discreti livelli. Sulla lista dei partenti però occorre mettere anche il suo nome oltre ovviamente al già epurato (da un mese) Marco Arena.

In arrivo c'è Tacchinardi della Sambonifacese, un giocatore capace di dare corsa e dinamismo alla mediana, ma il suo ingaggio (ancora da definire) non può colmare le lacune di una mediana che, al momento, appare inesistente come corsa, ritmo, qualità e idee. Serve un centrocampista dall'altissimo profilo carismatico e che assicuri rifornimenti costanti per quei due satanassi che sono Amodeo e Marrazzo. E' stato fatto un sondaggio per Fabrizio Montingelli (Derthona) ma su questo fronte le bocche sono cucite, come non si sa molto di più sul resto del mercato che apre ufficialmente i battenti oggi. Per il ruolo di esterno di difesa a sinistra si cerca sempre Benedetti (Primavera Udinese classe '95) mentre a centrocampo bisogna sostituire al più presto i due lungodegenti classe '94 Colombo e Alessandroni: Sgariboldi è pronto per essere utilizzato si cerca Pignat dall'Unione Venezia. Infine un altro nome molto caldo è quello del brasiliano Anderson Santos del Santhià, difensore centrale da affiancare a Tognassi e Meregalli.

Insomma le grandi manovre sono iniziate oggi: si parte con l'arrivo del cannoniere Giovanni Amodeo e nei prossimi giorni si capiranno meglio le azioni del nuovo direttore sportivo Gianni Rubini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Arriva Amodeo. Rivoluzione in vista

SportPiacenza è in caricamento