Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - Stefano Gatti furioso: «Disgustato dal comportamento di alcuni tifosi». Le pagelle

Il tecnico Arnaldo Franzini: «E' stata una gara molto bloccata, sapevo che l'avrebbe vinta la squadra che riusciva a segnare per prima». In campo prestazione sottotono di molti biancorossi, il migliore è Saber

«Ci sono 30-40 persone che fanno apposta a farmi stancare. Non si può prendere una multa tutte le domeniche. Sono molto più arrabbiato di questo che della sconfitta, certi personaggi fanno apposta a rovinare il Piacenza Calcio. Se uno vuole bene alla squadra non si comporta in questo modo. La proprietà è disgustata da queste azioni, se è un disegno per farci smettere che lo dicano». E’ un presidente onorario, Stefano Gatti, arrabbiatissimo che prende la parola in conferenza stampa dopo la sconfitta interna contro l’Arezzo. Nel mirino del dirigente ci sono i “buu”  e i cori all’indirizzo di Davide Moscardelli da parte di alcuni tifosi nel settore distinti. L’ex Piacenza è stato preso di mira per aver applaudito ironicamente all’indirizzo della Curva, dopo che era stato in precedenza beccato per alcuni suoi interventi decisi. Forse Gatti si riferiva anche ad alcuni ululati uditi all’indirizzo del giocatore aretino Yamga, ma non è chiaro se fossero effettivamente riferiti a lui che era appena entrato sul terreno di gioco. Il presidente onorario teme dunque una nuova multa, che stavolta potrebbe essere più salata rispetto a quelle già ricevute dopo i successi con Carrarese e Como.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una sconfitta che arriva dopo sette vittore consecutive: «Il primo tempo sembrava una partita da 0-0 - analizza a caldo mister Arnaldo Franzini - con due squadre che hanno fatto molto bene la fase difensiva. Era una gara che poteva continuare così, poi nostro errore e una grande giocata (si riferisce a Moscardelli, ndr) hanno finito per cambiare l’inerzia dell’incontro. L’Arezzo ha sfruttato l’esperienza dei suoi giocatori. Teniamo inoltre presente che gli amaranto si permettono di tenere un attaccante come Polidori in panchina. Questo significa che hanno una rosa veramente completa e piena di alternative. Nel contesto di una partita così chiusa, la squadra che la sbloccava l’avrebbe portata a casa, perché si vedeva che le difese avevano la meglio». Una battuta anche su Razzitti, che ha rischiato di farsi espellere: «Ha sbagliato, ma in questo caso è da comprendere. Poco prima, in area di rigore, un loro difensore gli ha morso il dito facendolo sanguinare. Per cui era nervoso e la sua è stata una reazione».  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il nuovo Dpcm chiude Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda Categoria da lunedì

  • Nuovo Dpcm, c'è l'incognita degli allenamenti nei Dilettanti. Nei professionisti tornano gli stadi chiusi

  • Calcio Dilettanti - Con il nuovo Dpcm allenamenti di squadra consentiti solo in forma individuale

  • Calcio Dilettanti - La Lombardia chiude tutto e si ripartirà da gennaio. L'Emilia Romagna pensa alla stessa soluzione

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Vigolo e Bobbiese: pari nel derby. Ziano e Gragnano in vetta

  • Lecco-Piacenza 2-4: un super Corradi lancia i biancorossi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento