rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Piacenza - Abbate: «Ci è mancato solo il gol, ma crediamoci fino alla fine». Le pagelle: la difesa regge

Il tecnico: «Sappiamo benissimo e finalmente ne sono consapevoli anche i giocatori che non c'è più tempo. Per questo non avrei voluto il turno infrasettimanale, perché abbiamo bisogno di lavorare molto sul campo. Oggi ci è mancata solo la zampata vincente ma siamo stati in controllo della gara»

In sala stampa il viso di Abbate lascia trasparire diversi stati d'animo. Delusione per il pareggio, serenità per il lavoro fatto fino ad ora, soddisfazione perché al termine della gara hanno riservato ai suoi ragazzi applausi sinceri. «Sono sincero - spiega il tecnico - e devo dire che mi hanno dato soddisfazione gli incitamenti del pubblico. Loro capisco e anche per loro dovremo dare tutto».
Analizzando la partita con Lecco si dice soddisfatto: «E’ ovvio che non abbiamo molto tempo ma occorre prendere coscienza che siamo ultimi senza fare dei conti sulle altre squadre. Dobbiamo fare la corsa su noi stessi e poi si faranno i conti. Noi ci crediamo oggi e ci crederemo fino alla fine».
Appunto non c'è molto tempo a disposizione: «Lo so benissimo e finalmente ne sono consapevoli anche i giocatori. Per questo non avrei voluto il turno infrasettimanale, perché abbiamo bisogno di lavorare molto sul campo. Oggi ci è mancata solo la zampata vincente ma siamo stati in controllo della gara per tutti i novanta minuti concedendo davvero poco».
Il bilancio di queste tue prime partite in biancorosso: «Ho trovato una squadra un po' depressa e ho cercato, e sto cercando, di darle una giusta identità sia tattica che mentale. Fossi arrivato prima? Con i se e con i ma non si va da nessuna parte. L'unica certezza che ho è quella di dovere lavorare con questa intensità fino al termine del campionato». E poi termina a dimostrazione del suo atteggiamento dicendo: «Ora riguarderò la partita perché voglio arrivare alla ripresa degli allenamenti con i giusti argomenti per i ragazzi. Dobbiamo andare avanti così, con concentrati e vogliosi perché dobbiamo vincere già domenica contro il Novara».
Sereno e anche contento il giovane portiere Rinaldi: «Dobbiamo fare di tutto fino alla fine perché questa piazza ha una storia importante ed è una piazza che ha vissuto grandi emozioni. Speriamo di darne una anche noi in questo intenso finale». E per fare la sintesi una considerazione di Foschi, tecnico del Lecco: «Sapevamo che sarebbe stata molto dura perché il Piacenza non merita assolutamente la classifica che ha. Può ancora salvarsi».

Le pagelle di Marcello Astorri

Rinaldi 6: nel primo tempo ci mette una pezza su un gran tiro di Pinzauti, poi non deve fare molto altro. In alcune occasioni è forse troppo incerto nelle uscite.

Accardi 6,5: bella partita. Rimane concentrato dall’inizio alla fine, sradica palloni e mette insieme un paio di recuperi niente male.

Masetti 6: non sbaglia niente, il Lecco è pericoloso solo in un paio di circostanze di cui una con un calcio di punizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - Abbate: «Ci è mancato solo il gol, ma crediamoci fino alla fine». Le pagelle: la difesa regge

SportPiacenza è in caricamento