menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza - A Salò senza Paponi e Corradi. Franzini: «Ora voglio una reazione dopo Pesaro»

Il tecnico: «Prima della sconfitta di domenica con la Vis eravamo sulla strada giusta, la sconfitta fa male ma il campionato è lungo e quello che conta nel girone di andata è stare agganciati al treno di vetta». Confermato il 3-5-2 con la coppia Sylla-Cacia in attacco

Nuova Asx Tagliaferri-4Dopo il brusco stop imposto dalla Vis Pesaro domenica pomeriggio il Piacenza ha l’occasione di rimettersi in sella per confermare il buon trend del periodo, interrotto solamente dalla sconfitta rimediata tre giorni fa. Fino a quel momento i biancorossi stavano viaggiando a un regime alto con tre successi (Ravenna, Carpi e Vicenza) in quattro gare ma il recente ko sembra aver rimesso in discussione il solido muretto di certezze che Franzini stava costruendo a ottobre. L’impegno è difficile, mercoledì sera (20.45) in casa di una FeralpiSalò in netto rilancio e che alla vigilia del campionato era tra le favoritissime del Girone B, tuttavia i biancorossi in questi primi due mesi hanno dimostrato di zoppicare con le “piccole” e di saper sfoderare partite importanti con le big.
La brutta notizia è che il Piacenza dovrà rinunciare ancora al cannoniere Paponi - rimane a riposo precauzionale - e lo stesso vale per Corradi alle prese con un noia muscolare che lo mette al palo mercoledì sera; entrambi sono sulla via del recupero ma rimangono in dubbio anche per sabato sera nel big match del Garilli (ore 20.45) contro il Padova (clicca qui per le info sulla biglietteria).

L’ORA DEL RISCATTO
Così Arnaldo Franzini alla vigilia della gara: «A Pesaro la scelta di giocare con Sestu in appoggio a Cacia è stata dettata dal fatto che con quell’assetto avevamo battuto, e bene, il Vicenza sette giorni prima e ho voluto dare continuità. Purtroppo è stata una giornata negativa in generale, siamo sempre arrivati secondi su ogni pallone e su tutti i contrasti, il Pesaro è stato bravo ad arginare la nostra manovra dal basso e ci ha mandato in tilt con l’intensità. A tutto questo dobbiamo aggiungere una pessima occupazione dell’area, sul fondo a crossare ci siamo anche arrivati ma a differenza della gara col Vicenza in area c’era il solo Cacia. Fatichiamo in questo tipo di partita e i fatti sono lì a dimostrarlo, ora mi aspetto una reazione di carattere. La FeralpiSalò è tra le favorite per stare lì davanti, ha qualità nell’undici titolare e nella rosa, hanno esperienza ma è anche vero che noi in questo tipo di partite abbiamo sempre fatto bene».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento