rotate-mobile
Piacenza Calcio

Piacenza - A Renate serve una prova di cuore e orgoglio. Scazzola: «Ho visto l'atteggiamento giusto»

Biancorossi in campo sabato pomeriggio (alle 14.30) in una gara assolutamente da vincere per rilanciare la corsa ai playout. Assente solo Persia, rientrano Suljic e Cesarini

Non è una vigilia comune quella che precede la sfida del Piacenza sul campo del Renate sabato pomeriggio (ore 14.30) dove i biancorossi dovranno essere attenti e bravi a trasformare la tensione in una spinta positiva senza, invece, cadere ancora più in basso nella spirale negativa delle ultime settimane.
Il pallottiere sta diventando sempre più semplice da leggere: alla fine della stagione regolare, dopo la gara col Renate, rimarranno solamente dieci partite e ora siamo nel momento in cui tutti i risultati pesano il doppio. Piacenza costretto a vincere per rimanere lontano dall’ultimo posto (che equivale alla retrocessione diretta) occupato dalla Triestina che si trova a -2. Piacenza obbligato a vincere anche per rimanere agganciato al treno playout: con più di 8 punti di distacco sulla 16a non di disputa e, a oggi, il distacco è di 7 punti. Insomma, di motivi ce ne sono e infatti gli emiliani, dopo la rifinitura al Garilli di stamane, sono partiti immediatamente per il ritiro pre partita, sintomo di come Scazzola voglia cercare all’interno del gruppo le risorse per il rush finale.

«Come avevo già detto domenica scorsa - spiega il tecnico - i tifosi fanno bene a criticare, ci mancherebbe vista la situazione di classifica. Tuttavia noi dobbiamo pensare solamente al campo perché sento dire da tanto tempo che siamo all’ultima spiaggia, ma non esistono ultime spiagge. Esistono partite, in particolare nel girone di ritorno, che abbiamo fatto bene e dove raccolto punti, in altre giocate altrettanto bene non abbiamo fatto risultato, ma questo deve essere lo spirito che ci anima. La consapevolezza che questo gruppo può fare risultato e andremo a Renate per prenderci il bottino intero. La percezione della squadra deve essere quella di un gruppo che nelle ultime 8 gare ha fatto meglio dell’avversario che affronteremo. Se ci credo? Non domandatelo più, è scontato, certo che ci credo».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza - A Renate serve una prova di cuore e orgoglio. Scazzola: «Ho visto l'atteggiamento giusto»

SportPiacenza è in caricamento