menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Arnaldo Franzini

Arnaldo Franzini

Piacenza - A Pontedera riprende la corsa alla B. Franzini: «Sarà fondamentale partire subito forte»

Domenica alle 14.30 biancorossi impegnati in Toscana. Mulas e Troiani non ce la fanno, pronto Di Molfetta da terzino destro. Davanti partiranno subito Terrani e Ferrari con Sestu. Il tecnico: «Abbiamo i mezzi per giocarci il campionato fino in fondo»

Il Piacenza si tuffa nella seconda parte del campionato con un look parzialmente rifatto in attacco, dove sono arrivati Ferrari e Terrani, e la consapevolezza di poter e voler lottare fino all’ultimo secondo per la corsa alla Serie B. Lo ha detto il mercato condotto dal ds Luca Matteassi e voluto dalla società, la rosa è stata allungata - con Bachini in difesa - e migliorata, ora nell’arco c’è anche la freccia che risponde al nome di Giovanni Terrani.
Si riparte da Pontedera, trasferta da sempre insidiosa su un campo sintetico che il Piacenza non ama e contro una formazione che staziona nelle prime dieci del campionato.
«C’è tanta voglia e curiosità di riprendere la corsa - spiega Franzini alla vigilia della gara, fischio d’inizio alle 14.30 -, avevamo chiuso l’anno con una leggera flessione fisica, visibile nel match contro la Pro Vercelli, ora abbiamo ricaricato le pile lavorando bene ma la ripresa dopo 20 giorni di stop è sempre un’incognita. Sarà fondamentale ripartire bene ed essere sul pezzo fin da subito perché pronti via ci sono tre partite in sette giorni».

MERCATO E OBIETTIVO PROMOZIONE
Inevitabile finire sul mercato, la società ha portato a casa tutti gli obiettivi tra cui Terrani, richiesto specificamente proprio da Franzini. «Ottimo lavoro della società e del direttore sportivo, dietro ci siamo coperti numericamente mentre davanti sono arrivati due cambi importanti con Terrani e Ferrari al posto di Fedato e Pesenti». E arrivano anche le pressioni, la società ha gettato la maschera dicendo apertamente di voler puntare alla Serie B. «Sinceramente le pressioni non mi hanno mai fatto paura, le subisco dal primo giorno che sono arrivato al Piacenza in Serie D quando avevamo un solo obiettivo disponibile, perciò ben vengano perché non ci spaventano. Tuttavia bisogna anche dire che tutte le dirette avversarie si sono rinforzate, non solo noi, si prospetta una seconda parte di campionato davvero equilibrata e probabilmente ci sarà un arrivo in volata in cui gli scontri diretti peseranno tanto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento