Questo sito contribuisce all'audience di

Piacenza - A Fano per vincere. Franzini non parla, Cacia è ancora out. Matteassi: «Non possiamo sbagliare»

Il tecnico non rilascia dichiarazioni perché vige il silenzio stampa parziale imposto dal club, a inquadrare la partita è il direttore sportivo. «Ci aspetta una battaglia da non sottovalutare» Sestu rimane in dubbio, si ferma Cacia

Il direttore sportivo Luca Matteassi (foto Trongone)

Nuova Asx Tagliaferri-4Parola d’ordine: continuità. E’ quanto va cercando il Piacenza di questi tempi, dopo il successo ottenuto contro il Gubbio - e che mancava da quasi un mese - i biancorossi hanno davanti due appuntamenti da non sottovalutare, perché nessuna gara in Serie C regala qualcosa, ma in cui è necessario fare bottino pieno per rilanciarsi nella zona alta della classifica sperando in qualche risultato favorevole visti i numerosi scontri diretti in programma. Si parte con la trasferta a Fano domenica (ore 15), i marchigiani finora hanno vinto solamente due partite su 14 e sempre fuori casa, hanno di gran lunga la peggior difesa del girone e il secondo peggior attacco. Non che questi numeri siano di aiuto agli emiliani i quali lontano dal Garilli hanno centrato un solo successo e fanno oggettivamente fatica, tuttavia sono per inquadrare una gara da sfruttare al massimo per non ricadere nel vortice dell’ultimo mese.
La settimana è trascorsa nel silenzio più totale, rotto solo dall’intervista al direttore generale Marco Scianò lunedì scorso, per il resto è confermato il silenzio imposto a tutti i tesserati sebbene poi sia parziale perché i due autorizzati a parlare sono Scianò e il direttore sportivo Luca Matteassi. E’ un segno di come la situazione non sia delle più serene, le continue sollecitazioni dirette e indirette della famiglia Gatti che ufficiosamente si dice “stanca" e pronta addirittura "a mollare a fine stagione” non sono certamente un toccasana a questo punto del campionato, tuttavia lo stesso dg ha cercato di stemperare parlando di «impegni presi che saranno portati a termine dopodiché nessuno può dire, a oggi, cosa accadrà».
A questo fatto vanno aggiunte le frizioni tra Stefano Gatti e una parte della tifoseria - nate nella movimentata serata contro il Carpi - e quelle di una parte di pubblico contro il tecnico Franzini.
Insomma, nel sottobosco le acque sono agitate e al momento le uniche risposte positive per alleggerire il clima possono arrivare solamente dal campo. I tre punti non sono una medicina in grado di guarire tutti i mali ma alleviano molti sintomi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento