rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Piacenza Calcio

Piacenza a caccia di riscatto contro la Virtus Verona. Scalise: «Ripartiamo da quel che di buono abbiamo fatto»

Il tecnico alla vigilia del match di sabato al Garilli (ore 17.30). «Della partita di Crema non è tutto da buttare anzi, la squadra ha dimostrato un gran cuore, siamo tra le migliori per possesso palla e l'importante è imparare dai propri errori». Squalificati Parisi, Zunno e Suljic, pronti Lamesta e Frosinini

banner rmcDimenticare Crema e incassare i primi tre punti della stagione. Con questo unico obiettivo il Piacenza si tuffa nella vigilia della sfida contro la Virtus Verona in programma sabato (ore 17.30) allo stadio Garilli, dove è stata anche sfondata quota mille abbonati.
Ad alzare il quoziente di difficoltà dell’incontro ci sono due fattori. Le numerose assenze in casa Piacenza, con Parisi, Zunno e Suljic squalificati, a cui aggiungere il forfait di Rizza (ne avrà per un mese), e il doppio confronto ravvicinato: martedì sera al Garilli arriva la FeralpiSalò. Le buone notizie, invece, arrivano dal fronte offensivo: Cesarini rientra dopo aver scontato la squalifica e Morra ha recuperato dalla noia muscolare. L’unico dubbio quindi è sul versante di sinistra con Vianni e Lamesta pronti per una maglia da titolare e alle loro spalle ci sarà Capoferri, mentre a centrocampo potrebbe vedersi la coppia Nelli-Palazzolo. Ballottaggio a destra tra Frosinini e Pezzola. Davanti prenota un posta Cesarini in coppia con Rossetti, però Conti scalpita anche lui per una maglia da titolare.

«Penso che in un percorso di crescita come il nostro - spiega Scalise alla vigilia del match - con una squadra così tanto giovane, i momenti difficili capiteranno. Lavoriamo perché accadano il meno possibile, però fa parte del dna di una squadra composta da molti ragazzi ed è proprio in questi momenti che dobbiamo dimostrare solidità. La partita di Crema non è tutta da buttare, anzi, la squadra ha dimostrare di avere cuore dimezzando prima lo svantaggio e poi continuando a correre più degli avversari nonostante la doppia inferiorità numerica». Piccola pausa e poi Scalise riparte: «E’ normale per una formazione giovane sbagliare, gli errori ci stanno e vanno anche concessi, tuttavia è importante archiviarli in una “cartella”, analizzarli e poi quando si ripresenterà una situazione simile non commetterli più. Ripeto, della sconfitta di Crema mi tengo alcune cose, la squadra sa dove ha fatto bene e da lì dobbiamo ripartire contro la Virtus Verona, dopodiché è normale che dobbiamo fare di più perché quando visto sabato evidentemente non è bastato per fare risultato».

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piacenza a caccia di riscatto contro la Virtus Verona. Scalise: «Ripartiamo da quel che di buono abbiamo fatto»

SportPiacenza è in caricamento