menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Piacenza a Busto da capolista contro la Pro Patria, ma si apre un problema a destra con Mulas e Troiani out

La sconfitta dell'Arezzo ha regalato il primato ai biancorossi che domenica saranno seguiti in massa dei tifosi a Busto Arsizio. Franzini ha un grosso problema a destra: Mulas è ancora fermo e Troiani squalificato.

La sconfitta a sorpresa dell’Arezzo contro la Juventus B ha regalato al Piacenza una settimana da capolista, a braccetto con la Carrarese - superata proprio dai biancorossi nel turno infrasettimanale di mercoledì - che tuttavia ha una partita in più. I biancorossi là in vetta hanno acceso in un attimo la fiamma del tifo piacentino, sempre presente in ottimo numero in trasferta (domenica scorsa erano circa 150 a Chiavari in notturna), ma per la gara di Busto Arsizio (domenica 21 ore 14.30) contro la Pro Patria la macchina del tifo è partita in quarta e si attende un gran numero di supporter al seguito della prima della classe.
Dopo 10 giorni di allenamenti consecutivi - e con la prospettiva di farne altri dieci a partire da oggi - Franzini nella giornata di giovedì ha deciso di lasciare un turno di riposo alla truppa: da qui a fine mese il calendario è fittissimo, domenica c’è la Pro Patria, mercoledì 24 recupero di campionato a Vercelli contro la Pro, domenica 28 non si sa (se l’Entella è ripescata in B si riposa, si saprà il 23) e mercoledì 31 c’è la Coppa Italia contro l’Albinoleffe.

Si è ripartiti oggi con la seduta mattutina, sabato rifinitura e domenica trasferta nella tana di una Pro Patria pericolosissima e reduce dal bottino pieno preso in casa del Novara (0-1, ha deciso Mastroianni). Franzini recupera Corradi che già contro la Carrarese ha giocato mezzo tempo nella ripresa ma perde Troiani squalificato e questo sarà un problema perché Mulas non ha recuperato, dunque si apre un problema non da poco in difesa a destra.
Sul piatto tre soluzioni: o si sposta Cauz mantenendo invariato il 4-3-3, oppure si potrebbe adattare in quel ruolo uno tra Spinozzi e Di Molfetta. La terza strada porterebbe a un cambio di modulo, 3-5-2 con Della Latta dirottato in difesa (Silva non sta ancora bene), Sestu e Di Molfetta esterni a centrocampo con Nicco, Marotta e Corradi nel mezzo, davanti Pesenti e Romero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento