rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Piacenza Calcio

Partita a porte chiuse: tifosi del Piacenza trattati in modo deprecabile a Giussano. Cacciati senza motivo dalle Forze dell'Ordine

La gara Casatese-Piacenza si è disputata senza pubblico per "mancata idoneità del centro sportivo di Giussano" e non per motivi di ordine pubblico. Una trentina di tifosi del Piacenza sono comunque arrivati nel centro lombardo, ma sono stati costretti ad andarsene senza alcun motivo

E’ spiacevole quanto accaduto oggi a Giussano ai tifosi del Piacenza (circa una trentina) che hanno comunque deciso di raggiungere il centro sportivo lombardo nonostante la partita dei biancorossi contro la Casatese fosse a porte chiuse. Da chiarire subito che la partita si è disputata senza pubblico non per problemi di criticità di ordine pubblico, ma perché il centro sportivo della Casatese era chiuso causa “Festa dei trattori” e lo stadio di Giussano, che dispone di due ampie tribune, non è aveva l’idoneità per la Serie D. Morale: il pubblico non poteva entrare. Nonostante ciò una trentina di tifosi del Piace hanno comunque raggiunto Giussano per tifare dal di fuori, in totale tranquillità giusto per passare la domenica comunque vicini alla squadra. Dopo pochi minuti però sono stati allontanati dalle forze dell’ordine dalla zona stadio e fatti traslocare a circa un chilometro di distanza, senza che si registrassero come detto delle criticità e infine fatti tornare a Piacenza.
Rimane, come scritto qui (leggi l’articolo), da capire per quale motivo la LND accetti partite a porte chiuse per “mancata idoneità della struttura” perché è già la terza volta che accade in stagione, da capire che tipologie di regole ci siano sulle iscrizioni (leggi qui il duro comunicato del club) e per quale motivo il pubblico piacentino non riesca sempre ad accedere negli stadi di Serie D.
Da capire, infine, anche il motivo per cui i tifosi del Piacenza siano stati cacciati da Giussano con il reparto antisommossa, in fondo non era una trasferta vietata per motivi di ordine pubblico (ma come detto lo stadio era chiuso per mancata idoneità) e il diritto di libera circolazione dovrebbe sempre essere fatto salvo. Numerosi i video e le foto che i supporter biancorossi stanno pubblicando in queste ore sui social. I tifosi del Piacenza potevano stare lì. Per quale motivo sono stati respinti e poi cacciati? Qualcuno risponde?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partita a porte chiuse: tifosi del Piacenza trattati in modo deprecabile a Giussano. Cacciati senza motivo dalle Forze dell'Ordine

SportPiacenza è in caricamento