menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Piacenza fa le prova in vista di Olbia. Dubbio in attacco: una o due punte?

In difesa Bertoncini è pronto e può partire dall'inizio al posto di Bini, in attacco il dubbio più grande: Zecca con Scaccabarozzi in appoggio o in coppia con Romero?

Partitella a squadre miste per il Piacenza che sta preparando la prossima delicata trasferta in casa della capolista Olbia (domenica ore 14.30), dove i biancorossi sono chiamati ad ottenere i primi punti stagionali dopo un inizio che ha portato in dote le due sconfitte consecutive contro Monza e Cuneo.

Tutti a disposizione per Arnaldo Franzini che dovrà snocciolare giocoforza una formazione diversa da quella vista nelle ultime partite, anche se l’impianto di gioco non si discosterà molto da quello intrapreso in stagione. Il dubbio più grande riguarda se affrontare l’Olbia con una formazione decisamente abbottonata, come a Novara in Coppa Italia, dunque con Scaccabarozzi in appoggio all’unica punta che potrebbe essere Zecca (3-5-1-1), oppure proseguire sul 3-5-2 visto contro il Cuneo ma con alcuni accorgimenti.
In difesa il ballottaggio è tra Bertoncini, pienamente recuperato nonostante si alleni ancora con una fasciatura alla gamba, e Bini. Favorito è Bertoncini ma non sarebbe nemmeno da escludere il possibile impiego di Castellana nel reparto arretrato, ipotesi quest’ultima che rimane comunque difficile. A centrocampo Di Cecco e Masciangelo saranno gli esterni ma il primo grande dubbio riguarda il terzetto nel mezzo: Scaccabarozzi-Pederzoli e Morosini lascerebbero intendere un Piacenza più offensivo con due punte (Romero e Zecca), in alternativa c’è l’inserimento di Della Latta in mediana con Scaccabarozzi trequartista in appoggio a Zecca per cercare prevalentemente la profondità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento