menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Francesco Monaco (foto Spreafico)-2

Francesco Monaco (foto Spreafico)-2

Monaco: «Con Piacenza ho un debito di riconoscenza»

«Abbiamo trovato l'accordo con Francesco Monaco». Così, con uno dei flash più belli dell'ultimo periodo, i presidenti del Piacenza Marco e Stefano Gatti comunicano che il prossimo allenatore dei biancorossi sarà il tecnico brindisino. Il primo...

«Abbiamo trovato l'accordo con Francesco Monaco». Così, con uno dei flash più belli dell'ultimo periodo, i presidenti del Piacenza Marco e Stefano Gatti comunicano che il prossimo allenatore dei biancorossi sarà il tecnico brindisino. Il primo pensiero corre ovviamente a quell'ultima domenica di maggio del 2012, quando Monaco e la sua banda giocavano (e perdevano) il playout contro il Prato; anticamera di una retrocessione in Seconda Divisione che in realtà non avvenne mai perché un mese prima il Tribunale aveva deciso di aprire la procedura fallimentare per il club di via Gorra e, due settimane dopo, tutte e tre le aste andarono deserte spedendo il "vecchio" e glorioso Piacenza in soffitta o al massimo dentro un almanacco. Il secondo pensiero sono le lacrime di Monaco (e della squadra) al ritorno dalla trasferta di Prato. Tutti avevano il fortissimo presentimento che anche in caso di vittoria non ci sarebbe stato futuro, tuttavia vincere quello spareggio era una questione d'onore. Sul campo il Piacenza si era ampiamente salvato ma i 9 punti di penalizzazione - tra calcioscommesse e stipendi non pagati - complicarono la stagione insieme alla travagliata e mai chiarita (non) cessione all'Italiana Srl. Oggi si può lavare quel brutto ricordo.

AFFETTO - Le prime parole di Francesco Monaco sono tutte per l'ambiente. «Torno bello carico, voglioso di fare bene e ricambiare l'affetto che i tifosi e l'ambiente hanno dimostrato nei miei confronti. C'è una sorta di debito di riconoscenza e la voglia di cancellare quello che tutti voi ricordate». Alla notizia del suo ingaggio i tifosi piacentini sono esplosi di felicità sui social network, ormai vero e unico termometro dell'umore della tifoseria. Una scelta che avrà delle ricadute positive anche sulla prossima campagna abbonamenti che aprirà a inizio luglio perché Monaco è un tecnico che la città ha davvero amato.

OBIETTIVI - «Voglio ringraziare i presidenti Marco e Stefano Gatti - prosegue - perché li ho visti fin da subito vogliosi e determinati». Tanto che l'incontro di oggi, che doveva essere conoscitivo, si è trasformato in pochi minuti in una fumata bianca, sintomo di come le due parti siano andate immediatamente d'accordo. «Stesso discorso vale per il direttore sportivo Andrea Bottazzi. Vincere non sarà assolutamente facile e qui bisogna essere chiari fin da subito, che la vittoria è difficile a prescindere dalla categoria in cui giochi. Detto questo cercheremo ovviamente di allestire una squadra molto competitiva».


SOLO PIACENZA - Come sempre disponibile, Francesco Monaco non vuole però svelare troppi particolari in vista della conferenza stampa di presentazione che dovrebbe essere fissata venerdì. «Sinceramente, e non lo dico perché sono tornato, in Serie D avrei allenato solamente a Piacenza. Ho detto sì perché conosco l'ambiente e quello che può dare, certo che poi dipenderà da noi cercare di alimentare l'entusiasmo della piazza». Con l'arrivo di Monaco si avvicina anche il rinnovo di Francesco Volpe, già con lui nella stagione 2011/2012, che potrebbe essere ufficializzato a giorni, nonostante il giocatore sia nel mirino di altri club importanti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento