Questo sito contribuisce all'audience di

Marco Gatti: «Ora consolidiamoci, poi voglio la Serie B»

E’ un Marco Gatti sereno quello che risponde al telefono. Il numero uno del Piacenza Calcio non si è dimenticato di quel caldo pomeriggio di metà giugno. Anno 2012. «Avevo promesso la Lega Pro in tre anni ai tifosi piacentini, ce ne abbiamo messo...

Da sinistra il presidente del Piacenza, Marco Gatti, con il fratello Stefano (presidente onorario)
E’ un Marco Gatti sereno quello che risponde al telefono. Il numero uno del Piacenza Calcio non si è dimenticato di quel caldo pomeriggio di metà giugno. Anno 2012. «Avevo promesso la Lega Pro in tre anni ai tifosi piacentini, ce ne abbiamo messo uno in più, ma alla fine vediamo il traguardo». E aggiunge scaramanticamente: «L’aritmetica non ci premia ancora ma, con 17 punti di vantaggio su 10 partite da giocare, possiamo già guardare al futuro». Quello più immediato si chiama Arnaldo Franzini, il tecnico di Vernasca è in cima alla lista delle riconferme - e non potrebbe essere diversamente -, una mossa che va pianificata ora perché l’ottimo percorso del mister “made in Piacenza” potrebbe far scattare le sirene di mercato. «Con Franzini abbiamo già un accordo per la prossima stagione e con noi ci saranno anche il direttore sportivo Massimo Cerri e il direttore generale Marco Scianò». Primi mattoni posati.
Poi c’è l’intervista rilasciata alla nostra testata domenica scorsa (leggi qui), in cui il numero uno di via Gorra parla di «progetto triennale in Lega Pro». E sarebbe il secondo.
«Con Franzini e Cerri parleremo della squadra futura, ma ora è prematuro fare dei nomi, per quelli c’è tempo. Sul fronte societario invece abbiamo messo in cantiere un altro piano triennale, questa volta tra i professionisti. Nella prossima stagione l'obiettivo è la salvezza, in quella successiva il consolidamento della categoria e infine, nel terzo anno, vorremmo puntare alla Serie B. Chiaro che non si possono fare promesse - precisa Gatti - e nessuno deve aspettarsi, il prossimo anno, un campionato di vertice, tuttavia la Lega Pro richiede solo sforzo economico mentre la Serie B, per tipologia di calciomercato e contratti per i diritti Tv, è certamente più appetibile. Inoltre Piacenza è una piazza che deve puntare alla Serie B ma ripeto - e lo sottolinea con tono di voce marcato - non possiamo pensare di vincere subito».
Infine Marco Gatti getta uno sguardo anche al di fuori della sua famiglia. «Le uniche certezze del Piacenza Calcio al momento siamo io e mio fratello Stefano, speriamo che lo sbarco nei professionisti porti qualche imprenditore disposto ad aiutarci, ma sinceramente la vedo dura».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Calcio Dilettanti - Si va verso lo stop definitivo per Eccellenza, Promozione, Prima, Seconda e Terza Categoria

  • Riparte il calcio giovanile professionistico: via al campionato Primavera, consentite le amichevoli fino all'Under 15

  • Nuovo Dpcm: lo sport è ancora bloccato. Piscine e palestre chiuse fino al 5 marzo, dilettanti e giovanili sempre fermi

  • Juventus U23-Piacenza 1-1: ancora un pari, Libertazzi miracoloso nel finale

  • Nuova mazzata sullo sport: chi ha il Covid deve stare fermo almeno due mesi

  • Piacenza - Serve chiarezza sul calciomercato: chi lo fa? Arriva il giovane Paolo Cannistrà

Torna su
SportPiacenza è in caricamento