rotate-mobile
Piacenza Calcio

Lupa Piacenza - Decisiva la panchina con Valla e Franzese

“Va bene così” dice William Viali al termine dello striminzito pareggio con la Rubierese. Ed è un commento che non ci si aspetta da un mister che, anche nei momenti più felici, è sempre stato capace di fare sana autocritica. Ieri, per almeno...

“Va bene così” dice William Viali al termine dello striminzito pareggio con la Rubierese. Ed è un commento che non ci si aspetta da un mister che, anche nei momenti più felici, è sempre stato capace di fare sana autocritica. Ieri, per almeno un’ora, si è vista la peggior Lupa di quest’anno da San Polo d’Enza a questa parte, non c’è campo disastrato o avversario abbottonato che tenga. Il calo di rendimento era stato palpabile già contro il Colorno poi, vuoi per il risultato favorevole, la sosta forzata e la classifica mai così bella, tutto ha contribuito a buttare la polvere sotto al tappeto. Con questo non si vuole dire che in un campionato non ci possano essere dei fisiologici cali di rendimento, ma l’importante adesso è non abbassare la guardia e recuperare il mordente che sembra essersi smarrito nelle ultime partite, evitando di commettere peccati di supponenza dovuti alla interminabile serie di risultati positivi. Non tutto è da buttare comunque, a partire dal risultato e dalla ormai consolidata allergia alle sconfitte dei biancorossi, testimonianza efficace della qualità e solidità del gruppo.

La partita di ieri è stata occasione di rivalsa per quei giocatori, come Valla e Franzese – per il primo da inizio anno, il secondo dall’arrivo di Marrazzo - che non sempre sono stati in cima alle preferenze del tecnico. Proprio per la voglia di riscatto di questi è arrivato il punto di ieri; la loro grinta ha dato la scossa giusta ad una squadra che è stata incapace di penetrare tra le maglie della difesa avversaria per larghi tratti di partita. Forse sarebbe il caso di mescolare un po’ le carte in casa Lupa, dando qualche chance a chi finora ha giocato un po’ meno: primo perché si tratta comunque di giocatori di valore e, secondo, tutti devono sentirsi sempre in discussione per evitare pericolosi rilassamenti.

Guardando le inseguitrici vediamo compagini che non mollano la presa. Correggese e Rolo sono uscite vittoriose dall’ultima giornata, accorciando così il distacco dai biancorossi di 2 punti e portandosi a -4. Anche il Fiorenzuola viaggia forte e, con il successo di misura sul quotato Lentigione (1-0, gol di Franchi) entra di diritto nella corsa alle prime posizioni. La concorrenza è agguerrita quindi, e proprio per questo occorre che i biancorossi spengano sul nascere ogni velleità di rimonta, arrivando alla girandola di scontri diretti con un buon margine in classifica. Non è certo questo il momento di perdere colpi, di conseguenza gambe in spalla e tanta grinta perché nessuno regalerà un centimetro al Piacenza. La sensazione è che adesso arriverà il momento più delicato della stagione e tutti dovranno remare nella stessa direzione consapevoli che non si può assolutamente sbagliare. La squadra è di gran lunga la più attrezzata, l’allenatore il più preparato, la tifoseria è d’altri palcoscenici, la dirigenza presente ed entusiasta, insomma, perdere questo campionato sarebbe la regina di tutte le beffe e solo la Lupa lo può gettare al vento. Domenica – ore 14.30 - intanto ci sarà la stracittadina con il Royale Fiore del patron Rizzo. Una partita tosta, contro una squadra che non poco tempo fa ha fatto a fettine il Lentigione per 3-0. Successivamente ci sarà il recupero contro il Salsomaggiore mercoledì 6 febbraio alle 20.30, entrambi gli appuntamenti saranno allo stadio Garilli. Vedremo se i biancorossi riusciranno a recuperare lo smalto perduto, ma conoscendo Viali e soci si può pensare positivo.

Marcello Astorri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupa Piacenza - Decisiva la panchina con Valla e Franzese

SportPiacenza è in caricamento