rotate-mobile
Piacenza Calcio

Lupa - Ecco Ferrari: «Prometto serietà e impegno»

Dopo i regali di Natale con gli acquisti di Marrazzo e Cortesi, i fratelli Gatti puntellano ulteriormente la rosa della Lupa Piacenza con l’arrivo in prestito dalla primavera del Parma di Matteo Ferrari, giovane portiere classe 1994. La...

Dopo i regali di Natale con gli acquisti di Marrazzo e Cortesi, i fratelli Gatti puntellano ulteriormente la rosa della Lupa Piacenza con l’arrivo in prestito dalla primavera del Parma di Matteo Ferrari,
giovane portiere classe 1994. La presentazione dell’ultimo arrivato in casa biancorossa ha luogo nel tardo pomeriggio alla concessionaria Parietti. A fare gli onori di casa ci hanno pensato il presidente onorario della Lupa Piacenza, Stefano Gatti, oltre al preparatore atletico Marco Bracchi.

STEFANO GATTI - “Con l’arrivo di Matteo Ferrari la società fa un ulteriore sforzo per cercare di raggiungere i propri obiettivi – spiega il presidente onorario biancorosso - Matteo viene dai professionisti ed è arrivato a Piacenza in prestito, vedremo se ci sarà la possibilità di trattenerlo anche per la prossima stagione. E’ in competizione con Bissolotti, con il quale si giocherà la maglia ogni domenica in condizione di parità, poi sarà il tecnico a decidere chi mandare in campo. Ora la squadra è completa e pronta a vincere”.


MARCO BRACCHI - Dopo Stefano Gatti, prende la parola il preparatore atletico biancorosso: “Matteo ha un buon pedigree, ha fatto tutta la trafila con il settore giovanile del Parma e, prima di venire a Piacenza, stava giocando con regolarità nella Primavera ducale. Voglio ringraziare i fratelli Gatti che hanno voluto completare la rosa con un nuovo acquisto importante. Non c’era bisogno impellente di un nuovo portiere, poiché avevamo in rosa già due buoni interpreti del ruolo, ma con l’arrivo di Matteo la società ha voluto buttare uno sguardo al futuro. Ora abbiamo tre giovani e bravi portieri che se la giocheranno al fine di perseguire l’obiettivo della società, cioè puntare a vincere”.

MATTEO FERRARI – Per ultimo prende la parola il neo biancorosso che racconta la trattativa: “Ringrazio la società che mi ha dato la possibilità di far parte di questo ambizioso progetto. Quando il direttore del settore giovanile del Parma, Francesco Palmieri, mi ha
parlato dell’opportunità di venire a Piacenza, ho subito accettato, perché questa è una società importante e con un recente passato nel calcio che conta”.
In seguito si racconta: “Penso di essere un portiere completo, a Parma sono stato uno dei più giovani ad essere aggregato alla rosa della Primavera. Vi ho esordito la passata stagione e quest’anno ho giocato con continuità nel girone d’andata, saltando unicamente una partita di Coppa Italia. A Parma ho avuto come preparatore dei portieri Luca Mondini, al quale devo tanto e che per me è stato più che un allenatore”.
Il nuovo portiere della Lupa si è già allenato con i nuovi compagni: “Vengo a Piacenza promettendo serietà ed impegno a disposizione del mister, il quale deciderà se darmi fiducia il giorno della partita. Sono già al secondo allenamento con la squadra e le mie prime impressioni sono state molto positive. La squadra è ottima e i compagni sono tutti molto simpatici, mi hanno da subito aiutato a conoscere tutti e ad inserirmi nell’ambiente. Dei miei nuovi compagni conoscevo unicamente Martinez, con il quale avevo giocato quando
entrambi vestivamo la casacca gialloblù”.

Con questo ulteriore arrivo si conclude il ricco mercato biancorosso. L’acquisto di un nuovo portiere classe 1994 - considerato anche il rientro dall’infortunio di Govoni che è un ‘95 - è una mossa che potrebbe comportare qualche problema in più per Bissolotti, il quale potrebbe abbandonare i galloni da titolare già a partire da domenica. L’ultima parola però spetterà come sempre a William Viali.

Marcello Astorri

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lupa - Ecco Ferrari: «Prometto serietà e impegno»

SportPiacenza è in caricamento