Questo sito contribuisce all'audience di

Luca Matteassi si racconta: «Che onore guidare il Piacenza». Giorni di un futuro passato: VIDEO e FOTO

Intervista a tutto campo al capitano Luca Matteassi che ha lasciato il calcio giocato dopo 20 anni e diventerà ds del club biancorosso. «Il momento più bello? L'aver riportato il Piacenza in Lega Pro, sentivo un debito di riconoscenza verso la città e i tifosi»

La caricatura di Luca Matteassi in stile Wolverine che il noto fumettista Nicola Genzianella ha realizzato per sportpiacenza.it

Luca Matteassi come Wolverine, il celebre personaggio degli X-Men. Il noto fumettista italiano Nicola Genzianella ha disegnato per sportpiacenza.it una caricatura del capitano biancorosso che ricorda appunto Wolverine - personaggio indistruttibile grazie alla lega metallica virtuale, l’adamantio, con cui è rivestito il suo scheletro e caratterizzato dai lunghi artigli che escono dalle mani - e che utilizziamo nella copertina per questa lunga intervista in cui Matteassi saluta il calcio giocato dopo 20 anni per sedersi dietro alla scrivania da direttore sportivo. 
«Collaboratore dell’Area Tecnica - ci dice ridendo - perché Direttore Sportivo, per la precisione, lo sarò da settembre dopo il corso estivo a Coverciano».
Passato e futuro nel Piacenza Calcio per il “Matte” da qui anche il titolo, che ricorda appunto un’episodio degli X-Men, sempre in tema con la caricatura della copertina.

Luca Matteassi: 38 anni compiuti di cui 20 passati tra i professionisti e 30 nel calcio in generale. E’ anche banale pensarla la prima domanda, figuriamoci fartela.
«Il calcio ha rappresentato tutta la mia vita. Ho lasciato Grosseto per la prima volta a 11 anni per andare al Milan e fu davvero dura, perché a quell’età sei solo un bambino. Mia madre infatti non voleva lasciarmi partire, il “mi babbo” invece sapeva che era il mio sogno e non si oppose».

Matteassi caricatura-4

E poi?
«Uscì a quel tempo una legge che proibiva di far spostare ragazzi così giovani, bambini in realtà, troppo lontano da casa e quindi tornai indietro. Poco dopo, a 15 anni, Luporini mi portò nel Piacenza dove iniziò veramente la mia carriera da calciatore».

Ma?
«Io ho due bambine, ma non so se a mio figlio gli darei il permesso di fare una cosa del genere. E’ difficile, davvero tanto. A 11 anni sei un bambino e a 15 non è che sei molto di più. Stare lontano dai tuoi genitori a quell’età è complicato».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piacenza è casa tua?
«Come dire il contrario. A Piacenza sono stato svezzato, ho esordito in Serie A nel 1997, ho chiuso la carriera nel 2017. Qui ho incontrato tanta gente che mi ha fatto crescere dandomi suggerimenti preziosi e insegnandomi praticamente tutto, soprattutto mi è stata data la possibilità di iniziare un sogno facendo il lavoro più bello del mondo. Per questo non finirò mai di ringraziare chi ha dato vita a questo mio percorso e i fratelli Gatti che invece mi hanno dato la possibilità di chiudere con la maglietta biancorossa».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Seconda e Terza Categoria. Si gioca in D, Eccellenza, Promozione e Prima

  • Dilettanti - Tutti i risultati della domenica. Bobbiese e valanga. Bene Vigolo e Alsenese. Spes e Ziano super

  • Dilettanti - Fontana chiude tutti i campionati della Lombardia. Il San Rocco però gioca, rimane in piedi la Serie D

  • Dilettanti - Il Dpcm chiude Terza e (forse) Seconda Categoria, le uniche che non hanno avuto problemi

  • Piacenza-Olbia: 1-1 il missile di Corradi al 90' vale il pareggio

  • Pistoiese-Piacenza 2-1: nuova beffa nel recupero a firma di Chinellato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento