rotate-mobile
Piacenza Calcio

Coppa Italia - Spettacolo Piacenza. A Modena rimonta due volte e vince 7-8 ai calci di rigore. Biancorossi ai Quarti di finale

La partita in gara unica è valida per gli Ottavi di finale della competizione

Realab Proposta2-74 (trascinato)

Il Piacenza rimane dentro alla Coppa Italia lasciando fino all’ultima goccia di sudore sul campo del Modena, cosa non scontata visto che i biancorossi si presentano al Braglia dopo tre settimane in cui stanno giocando, tra recuperi, infrasettimanali e coppa, ogni tre giorni. Bravissima la squadra Scazzola, ma è monumentale Libertazzi che para due rigori dopo un pomeriggio infinito, in particolare dalla lotteria dagli 11 metri ipnotizza Castiglia, gliela prende ma la palla scivola verso linea complice il campo bagnato, balzo felino e pallone fuori. Poi all’ultimo penality si presenta Armini, botta violenta e 7-8 definitivo per una gara che ha prosciugato le energie ma regala al Piacenza il pass per i Quarti di finale. E dire che i 120’ sono stati una macedonia di emozioni. Piacenza avanti con Simonetti, poi fuori partita con i gol di Silvestri e la doppietta di Minesso (3-1) e di nuovo dentro con le due reti, tra il 66’ e il 69’, di Dubickas e Parisi. Nei supplementari il gol di Minesso (tripletta) sembra scrivere la parole fine ma questa volta la fortuna aiuta i biancorossi: traversa di Simonetti, palla sulla schiena di Narciso 4-4 che conduce ai rigori. Per il Piacenza sbaglia Rabbi (traversa) ma Libertazzi ne para due e Armini completa l’opera.

52e67306-86ae-46dd-93b1-dec6178db414

Come annunciato alla vigilia Scazzola fa ampio ricorso al turnover, da tre settimane i biancorossi giocano ininterrottamente ogni tre giorni e c’è bisogno di tirare il fiato. Si vedono così in campo Angileri e Simonetti dall’inizio, Lamesta e Burgio dietro all’unica punta Dubickas - Gissi ha accusato un affaticamento muscolare in rifinitura - e in porta va Libertazzi; anche Tesser schiera un Modena in formato “B” con Duca e Tremolada a supporto dell’unica punta Minesso. Da apprezzare la ventina di tifosi del Piacenza che seguono la squadra in un orario incredibile - primo pomeriggio - di un giorno lavorativo infrasettimanale, mentre quelli del Modena espongono uno striscione di protesta “il calcio della gente…meno male”. In effetti giocare queste partite alle 15 di un mercoledì pomeriggio tutto fa tranne che aumentare l’interesse verso il prodotto.

248547d8-e53a-4483-b9f9-93984562086f

Piacenza che parte fortissimo e dopo 7’ passa in vantaggio al primo vero affondo: Simonetti riconquista palla sulla trequarti ospite, serve in area Dubickas che gli ritorna a rimorchio il pallone nel cuore degli ultimi 15 metri e Simonetti di giustezza infila il vantaggio. Pareggio del Modena che arriva attorno al 20’: dormitona della difesa sul corner, palla lungo linea per Silvestri che appostato sul primo palo di piattone infila l’1-1. Al 37’ il Modena mette la freccia: Tremolada trova la profondità per Duca che viene steso in uscita da Libertazzi, rigore che Minesso non sbaglia e fa 2-1. La ripresa si apre ancora con un gran numero di Minesso che si beve il marcatore con una finta di corpo, entra in area dalla destra e batte in diagonale Libertazzi: 3-1 e titoli di coda scorrono sul match? Nemmeno per sogno. C’è Dubickas al 63’ a riaprire la partita, bravissimo il lituano ad addomesticare in area un tiro svirgolato di Bobb dalla distanza, piattone e 3-2. Passano una manciata di minuti e Parisi di testa trova il clamoroso 3-3 sul perfetto assist di Giordano. Il Piacenza ci crede di più, spreca due belle occasioni in ripartenza ma si viaggia così fino al fischio finale.
Entrano Rabbi, Marino e Corbari. Scazzola vuole giocarsi l’accesso ai quarti di finale. Il Piacenza spinge, si prende due corner ma si fa fregare dalla ripartenza del Modena con Renzetti che porta palla fin sulla trequarti, pallone a Minesso in area che batte Libertazzi con un pregevole pallonetto (4-3). Finita? Ancora no, perché prima del cambio campo Simonetti di testa centra la traversa, la palla rimbalza sulla schiena del portiere Narciso e rotola in rete, 4-4. Si ai rigori. Libertazzi para quelli di Castiglia e Mosti, Rabbi centra la traversa, Armini mette la firma sul successo.

Ottavi di finale Coppa Italia, gara unica

Modena-Piacenza 7-8 (4-4 d.t.s)
Primo tempo 2-1
Secondo tempo 3-3

Modena (4-3-2-1): Narciso; Maggioni (29’ st Ciofani), Silvestri (14’ st Pergreffi), Baroni, Renzetti; Scarsella (1’ st Mosti), Rabiu, Di Paola; Duca (29’ st Castiglia), Tremolada (14’ st Azzi); Minesso. A disposizione: Gagno, Armellino, Crispino. All: Tesser.

Piacenza (3-4-2-1): Libertazzi; Armini, Codromaz, Angileri (10’ st Parisi); Simonetti, Bobb (1’ pts Marino), De Grazia (3’ pts Corbari), Giordano (1’ pts Rabbi); Lamesta (22’ st Gonzi), Burgio (32’ st Suljic); Dubickas. A disposizione: Pratelli, Galletti, Nava, Tafa, Cesarini, Marchi. All.: Scazzola

Arbitro: Delrio di Reggio Emilia (assistenti Spataru di Siena e Toce di Firenze) 

Reti: 7’ pt Simonetti, 20’ pt Silvestri, 37’ pt rig., 5’ st e 9’ pts Minesso, 17’ st Dubickas, 20’ st Parisi, 15’ pts autorete Narciso.

Sequenza rigori: Minesso gol (5-4), Marino gol (5-5), Renzetti gol (6-5), Dubickas gol (6-6), Castiglia parata (6-6), Rabbi traversa (6-6), Mosti parata (6-6), Suljic gol (6-7), Di Paola gol (7-7), Armini gol (7-8).

Note - Pomeriggio tipicamente autunnale, campo in perfette condizioni di gioco. Ammoniti: De Grazia, Libertazzi, Duca, Dubickas, Rabiu, Azzi, Simonetti.
 

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coppa Italia - Spettacolo Piacenza. A Modena rimonta due volte e vince 7-8 ai calci di rigore. Biancorossi ai Quarti di finale

SportPiacenza è in caricamento