rotate-mobile
Piacenza Calcio

Le altre vincono, il Piacenza perde e vede la retrocessione. Il Pordenone passa 2-1, biancorossi ultimi a -4

Gli emiliani scivolano a -4 dalla Triestina, in veneto non giocano il primo tempo. Nella ripresa Abbate corregge gli errori mettendo dentro Gonzi e Morra, che riapre la partita, ma il Piace è una squadra stanca, scarica mentalmente e senza intensità. Ora la Serie D fa davvero paura

Il Piacenza ricasca ancora nei suoi errori, quelli che si tira dietro da inizio stagione, prima con Scalise poi con Scazzola e ora con Abbate, cioè l’incapacità di dare continuità alle prestazioni. A Pordenone perde ancora (la 16esima complessiva) ma è il primo tempo a lasciare una fotografia nitida della situazione: col Mantova si è vinto di pancia, in Friuli si è giocato un primo tempo dove si sono calciati due corner (uno direttamente sulla bandierina e uno direttamente fuori) e nulla di altro.
Le altre viaggiano, la Triestina ha vinto ancora a Renate, il Piacenza a Pordenone gioca solo 20’ nella ripresa, trova il pareggio con una magia estemporanea di Morra appena entrato (Luppi esce dopo 45’ anomini) che dà un pizzico di scossa alla manovra, ma trova anche la 56esima rete subita (gol dell’ex Dubickas): con numeri così si retrocede. E infatti.
Ora conta la matematica: a 6 giornate dal termine i biancorossi rimangono ultimi (quindi retrocessione diretta), scivolano a -4 dalla Triestina penultima (scontro diretto il 2 aprile) e sentono inevitabilmente una fortissima puzza di retrocessione visto che le altre vincono e la sconfitta di oggi annulla il successo col Mantova. Domenica al Garilli arriva il Lecco che lotta ai piani altissimi della classifica.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Leggi qui la classifica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le altre vincono, il Piacenza perde e vede la retrocessione. Il Pordenone passa 2-1, biancorossi ultimi a -4

SportPiacenza è in caricamento