menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La rubrica del Pedar: "T'la scriv in Piasintein"

Quindicesima puntata della rubrica curata da Pietro "Pedar" Rebecchi, attore piacentino nella compagnia teatrale Famiglia Piasenteina e tifoso di lunga data del Piacenza Calcio. Per tutta la stagione il Pedar ha raccontato pensieri, fatti e aneddoti legati al mondo del Piace: ovviamente in rigoroso dialetto piacentino

Bene, anche questa l’ho vista, due giorni per una partita. Meno male che non c’erano i supplementari sennò andavamo avanti fino a Natale. Mi piacerebbe sapere perché c’è stata della gente che domenica non si è vista, come andare al cinema e venir fuori prima del finale o andare con una donna e…. sì insomma ci siamo capiti? Anche al Prato gli abbiamo dato una bella tosata e i ragazzi hanno dimostrato, ancora una volta, di avere un gran cuore. Mi dispiace per Layeni (e qui ci vorrebbe la faccina di whatapp con le lacrime agli occhi) che voleva fare gol e invece….
Adesso sotto con i playoff e mi suggerisce una cosa che non succederà ma se succede mi metto al posto di un Farnese, sul cavallo con la bandiera del Piace. Quello di oggi è l’ultimo articolo che scrivo (a meno che…..) e devo valutare se farli anche nel prossimo campionato perché quest’anno non ho guadagnato nulla ma per il prossimo mi hanno promesso il doppio.
In questi mesi che ho avuto quasi seimila visualizzazioni, non male e vi ringrazio dal profondo del cuore, spero proprio di avervi strappato qualche sorriso e ogni tanto d’aver lustrato il vostro orgoglio di essere piacentini e tifosi del Piace. Vorrei fare una dedica speciale a quella nonnina che legge i miei articoli a suo nipote perché lui non è capace e da quando lo fa si informa sempre sul risultato.
Anche soltanto un tifoso nuovo è già un successo. Un ringraziamento particolare a Giacomo Spotti e a tutta la redazione di Sportpiacenza perché, di tutti i mezzi di informazione che ci sono a Piacenza è stato l’unico a dare un po’ di spazio (oltretutto senza filtri) al nostro dialetto, gli altri sono bravi soltanto a scrivere che non lo parla più nessuno.
Domenica tutti allo stadio, mettiamoci nelle condizioni di arrivare alla fine con la coscienza bianca come un lenzuolo e per l’amor di tutti i santi non vestitevi con delle cose blu che qualcuno va in confusione e tirano in ballo dei “casini” che non stanno né in cielo né in terra.
Vi saluto e ancora una volta…

Mi raccomando forza Piace!
Pietro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Mezza Maratona Unicef

    Niente da fare, la Placentia Half Marathon non si disputerà nemmeno nel 2021

  • Volley A1 maschile

    Scanferla: «Il salto di qualità va fatto a livello mentale». VIDEO

  • Serie A

    "Fagioli convince" e la Gazzetta dello Sport gli dedica un'intera pagina

  • Volley A1 maschile

    Addio a Marco Arata, storico tifoso del volley piacentino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SportPiacenza è in caricamento