Piacenza Calcio

La Feralpisalò passa col minimo sforzo, il Piacenza è sconfitto e pieno di rimpianti

I lombardi sbancano 2-0 il Garilli, l'appuntamento con la prima vittoria è ancora rimandato. Sblocca Di Molfetta nel primo tempo, nella ripresa i biancorossi crescono ma l'espulsione di Cosenza e il rigore di Pittarello spengono una possibile rimonta

banner rmcL’anno scorso il Piacenza vinse una sola partita (alla sesta giornata) nelle prime undici di campionato e alla fine arrivò ai playoff, quindi non bisogna fare drammi se dopo tre turni alla casella vittorie c’è ancora segnato uno zero. C’è anche da dire, però, che chi si aspettava una partenza a razzo del Piacenza dovrà ricredersi. Contro la Feralpisalò arriva la seconda sconfitta al termine di una partita in fondo equilibrata, in cui i lombardi hanno fatto poco per vincere e i biancorossi protestano forte perché manca un rigore nel primo tempo sull’azione di Cesarini.
Il Piacenza nel complesso si morde ancora una volta le mani perché si prende una doccia gelata proprio nel momento migliore: l’espulsione di Cosenza e il rigore di Pittarello spengono le speranze di rimonta quando la sensazione era quella di poter ribaltare l’iniziale gol di Di Molfetta. A testimoniarlo sono le tre chiare occasioni che la squadra di Scalise confeziona in dieci uomini nel finale di gara, segno che la squadra stava bene ed era in crescita proprio come nella ripresa contro la Virtus.
Il sacco però rimane vuoto e sabato si va in casa dell’Arzignano (ore 14.30) dove servirà assolutamente fare risultato pieno se si vogliono allontanare fin da subito le prime nubi.

Leggi qui il film della partita azione dopo azione

Leggi risultati e classifica della 3a giornata del Girone A

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Feralpisalò passa col minimo sforzo, il Piacenza è sconfitto e pieno di rimpianti
SportPiacenza è in caricamento