Questo sito contribuisce all'audience di

L'agguato dei reggiani ai piacentini, la Questura di Reggio: «Attacco premeditato, poteva scapparci il morto»

Il questore: «Gli assalitori erano una quarantina, incappucciati e difficili da riconoscere ma grazie all’ausilio di alcune telecamere siamo fermamente intenzionati a trovarli. Abbiamo avuto 4 feriti: si è rischiato grosso ed è inaccettabile»

L’agguato teso dai tifosi reggiani a quelli piacentini domenica sera dopo il derby non smette di far parlare. Oggi la Questura di Reggio Emilia fornisce altri dettagli, riportati dal quotidiano Il Resto del Carlino.
«Un attacco violento e premeditato, poteva scapparci il morto» ribadisce la Polizia e ora è caccia ai 40 tifosi reggiani che hanno organizzato l’assalto nei minimi dettagli. Da quanto filtra, la Questura spiega che i tifosi di casa conoscevano il percorso delle navette Seta che stavano trasportando i rivali - si legge - e hanno deciso di sferrare l’attacco all’altezza dell’uscita 4 della Tangenziale aiutati dal buio e dal fatto che erano nascosti dietro a una collinetta in un terrapieno alto circa 10 metri. Prima la sassaiola che ha centrato in pieno la prima navetta, dopodiché, un volta che si sono fermate tutte e tre, con i piacentini che si sono riversati sulla tangenziale, hanno provato a sferrare l’attacco armati con le spranghe.
Un piano riuscito reso ancora più pericoloso dal fatto che la Tangenziale, nonostante la bonifica, era comunque trafficata e un certo punto si sono ritrovati sulla strada circa 300 tifosi pronti al contatto fisico. Gli uomini della Questura - si legge nella ricostruzione - sono dovuti intervenire con 14 lacrimogeni per disperdere il groviglio e ricacciare i piacentini sulle navette, quattro agenti di Polizia sono rimasti contusi con prognosi che vanno dai 4 ai 10 giorni.
Sempre secondo la Polizia gli assalitori erano circa 40 e si sono allontanati nella confusione generale, aiutati dal fatto che erano «incappucciati e difficili da riconoscere ma grazie all’ausilio di alcune telecamere siamo fermamente intenzionati a trovarli. Abbiamo avuto 4 feriti: si è rischiato grosso ed è inaccettabile».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piacenza a un passo dal centrocampista Losa e dall'attaccante Siani

  • Primi rumors sulla ripartenza del calcio giovanile: si punta al 20 settembre

  • Calciomercato Dilettanti - Colpaccio della Bobbiese che ingaggia Jonathan Aspas

  • Dilettanti, i campionati ripartono la prima domenica di ottobre: definite le partecipanti ai vari gironi oltre a promozioni e retrocessioni per tutte le categorie

  • Raduno al "Sandro Pietra" per il nuovo San Nicolò Calendasco

  • "Riprendete l'attività dei dilettanti e delle giovanili, anche riaprendo al pubblico". La richiesta di tutto il calcio italiano (Emilia-Romagna compresa)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SportPiacenza è in caricamento