Sabato, 16 Ottobre 2021
Piacenza Calcio

Il Piacenza "risolve" il contratto di Sestu e gli fa una nuova proposta: un anno da giocatore e poi dirigente

La scadenza naturale al 30 giugno è stata anticipata con l'incentivo all'esodo ma il club ha formulato al giocatore una nuova proposta per farne una bandiera del futuro: ancora un anno, fino al 2021, dopodiché potrebbe diventare un dirigente biancorosso

datei_s-6Dopo le quattro rescissioni con i big dello spogliatoio, Pergreffi, Milesi, Cattaneo e Della Latta, il Piacenza prova anche a gettare qualche base per il futuro. Superando per un attimo la questione direttore sportivo, con l’accordo tra il club e Simone Di Battista che è in dirittura d’arrivo (l’affare si farà nei prossimi giorni), il primo mattoncino del futuro potrebbe essere l’esterno Alessio Sestu.
Il giocatore andava in scadenza il 30 giugno e nella giornata ieri, attraverso l’incentivo all’esodo, la società e il calciatore hanno risolto anticipatamente il loro accordo; quindi da oggi Sestu non è più tecnicamente un tesserato del Piacenza tuttavia, immediatamente dopo, la società gli ha fatto una nuova proposta.

L’obiettivo è quello di tenerlo in biancorosso anche per la stagione 2020/2021 che vista, l’età (37 anni), potrebbe anche essere l’ultima della sua carriera: ovviamente la proposta è modulata sulle disponibilità del club e nell’ottica di contenimento dei costi. Non è finita qui, perché a Sestu potrebbe anche essere proposto, al termine di quello che sarebbe il nuovo accordo, un ruolo da dirigente all’interno di via Gorra a partire da giugno 2021.
Il calciatore non ha assolutamente chiuso la porta a questa eventualità e ci sarà una risposta nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Piacenza "risolve" il contratto di Sestu e gli fa una nuova proposta: un anno da giocatore e poi dirigente

SportPiacenza è in caricamento