rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Piacenza Calcio

Il più brutto Piacenza della stagione dura meno di un'ora contro la Juventus U23: finisce 4-0

Pessima prova dei biancorossi che partono con un 4-3-3 ma di fatto giocano senza attaccanti e dopo mezzora si trovano sotto di tre reti con i gol di Riccio, Poli e Iocolano. Difesa senza bussola, centrocampo che non regge e attacco che non trova mezza giocata. Soule nella ripresa fa 4-0

Scazzola sceglie una formazione molto (troppa) coperta, una sorta di 4-5-1 con Cesarini unico riferimento avanzato, supportato dalle incursioni di Munari e Gonzi sugli esterni, e un centrocampo tutto muscolare con Suljic, Castiglia e Bobb. Nella Juve coppia d’attacco da sballo con Brighenti e Iocolano, il piacentino Sekulov va in panchina. Si parte a ritmo lento, i bianconeri piazzano il primo colpo dopo 10’: dormitona della difesa sul corner di Iocolano, la palla arriva a centra area a Riccio che di piatto infila il vantaggio alla prima occasione buona, 1-0. Si viaggia senza reazione e infatti, ancora su corner, la Juve trova il raddoppio: solita dormita sulle marcature, Poli scappa a Castiglia e di testa infila il raddoppio. Finita? Nemmeno per sogno: passano pochi minuto e la Juve viene giù per vie centrali senza trovare opposizione, Soule porta a spasso la difesa biancorossa e libera Iocolano con un filtrante nel cuore dell’area, 3-0. In meno di mezzora la Juventus chiude la pratica davanti a un Piacenza che, non si capisce il motivo, cambia l’impostazione tattica dopo quattro successi consecutivi. L’unica occasione costruita dai biancorossi è su un cross di Gonzi da fondo campo (35)’ su cui Anzolin rischia l’autorete.

Schermata 2022-02-17 alle 19.20.14_xl

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il più brutto Piacenza della stagione dura meno di un'ora contro la Juventus U23: finisce 4-0

SportPiacenza è in caricamento